Coding a scuola con BBC micro:bit – lezione 6

Incominciamo questa lezione fornendo la soluzione all’esercizio della lezione precedente.

Le specifiche date per la realizzazione del programma erano le seguenti:

Realizzare un programma che alla pressione del pulsante “A” visualizza una risposta casuale tra N (con N che decidete voi) disponibili.
All’inizio del gioco e alla fine di ogni risposta, dopo 1 secondo, deve comparire un punto interrogativo che evidenzia lo stato: “poni una domanda”.

L’idea è quella di simulare quanto può essere fatto dal noto libro gioco di Carol Bolt: Piccolo libro delle risposte che ho usato tantissimo con i miei figli quando erano bambini.

 Per questioni di rapidità ho utilizzato solo 10 risposte, queste quelle che ho scelto:

Sì, Probabile, Certo, Bene, Forse, Chiedi ancora, Improbabile, No, Sii audace, Assolutamente.

Per far si che all’avvio del programma compaia subito un punto interrogativo, è stato inserito all’interno dell’istruzione “on start” l’istruzione “show string ?”, questa istruzione verrà eseguita subito all’accensione del micro:bit.

Non appena verrà premuto il pulsante “A” viene ripetuta la visualizzazione del punto interrogativo seguita da una cancellazione immediate dello schermo, queste due istruzioni hanno l’obiettivo di non visualizzare ad ogni generazione di risposta un punto interrogativo che scorre da sinistra verso destra prima della prima lettera.

All’interno della variabile “risposta” verrà memorizzato uno dei 10 valori (da 0 a 9) in questo modo solo una delle condizioni logiche presenti nelle 10 istruzioni “IF THEN” che seguono risulterà vera.

Partiamo con la Lezione 6

Introduzione

In questa lezione vedremo come utilizzare il micro:bit come un dado, scuotendo la scheda visualizzeremo una delle sei facce di un dado.
Lo scopo della lezione è quello di imparare ad utilizzare la funzione “if then” e la proprietà shake (scuotere) della nostra scheda.

Di cosa avete bisogno

  • n.1 BBC micro:bit
  • n.1 Micro USB
  • n.1 Computer o tablet
  • n.2 x Batterie AAA ed un contenitore per le batterie (opzionale perché la scheda potrà essere alimentata direttamente anche via USB)

Programmiamo

Come per le lezioni precedenti utilizzeremo la funzione “pick random 0 to 5” per generare un numero casuale che memorizzeremo in una variabile che chiameremo “numero” ad ogni generazione di numero casuale verifichiamo SE (IF) il numero generato è uguale ad un numero da 0 a 5 ALLORA (THEN) accendi il “numero” di LED mediante la funzione “show leds”. Continua a leggere

Articoli simili:

Pubblicato in corsi, i miei allievi, micro:bit | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Seminario formativo: a Scuola con i Robot

Il prossimo 27 novembre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso l’Auditorium Quazza, Cinedumedia Palazzo Nuovo, via Sant’Ottavio 20 Torino, parteciperò come relatore al seminario formativo organizzato dall’Università di Torino dal titolo:

A SCUOLA CON I ROBOT.
SEMINARIO FORMATIVO SU
LINGUAGGIO COMPUTAZIONALE
E LINGUAGGIO VIDEO

Programma della giornata:

Saluti della vicedirettrice alla didattica del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione – Barbara Bruschi

Coordina:
Alberto Parola, presidente Cinedumedia

Intervengono:
Renato Grimaldi, direttore del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione

Silvia Palmieri, pedagogista

Lorenzo Denicolai, ricercatore Cinedumedia

Michele Maffucci, Maker e didattica della robotica, insegnante presso IIS Galilei Ferrari

Il seminario è organizzato nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino, Direzione Didattica “Marconi” di Collegno (TO) e Comune di Collegno.

L’incontro è rivolto anche a studenti dei corsi di studio di Scienze dell’Educazione e di Scienze della Formazione Primaria.

Il mio intervento riguarderà Coding e didattica della robotica mostrando un percorso basato sull’apprendere dalle esperienze, attività da far svolgere agli allievi e sviluppata in 4 fasi:

  1. come si pensa e si progetta in gruppo
  2. come si progetta un robot didattico
  3. come si realizza un robot
  4. come si programma il robot

Durante l’esposizione porterò con me i “ferri del mestiere”: carta, penna, stampante 3D ed un po’ di elettronica (semplice semplice).

Vi aspetto. 🙂

[ depliant dell’evento ]

Articoli simili:

Pubblicato in news | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Bambini… siete pronti a navigare?

E’ da anni che conosco l’amica e collega Paola Limone, per me un riferimento didattico, da sempre impegnata nella diffusione consapevole delle tecnologie didattiche a scuola, maestra di scuola elementare, i suoi progetti e il suo impegno nel divulgare metodologie didattiche è noto tra i docenti italiani. Probabilmente se siete insegnanti sarete iscritti al gruppo Facebook “Insegnanti“, uno dei fondatori è proprio lei, sul gruppo potete essere supportati da migliaia di colleghi sia dal punto di vista didattico che legislativo/scolastico.

Tra i progetti più noti che ha sviluppato Paolo segnalo “Bambini siete pronti a navigare – un porto sicuro per la navigazione dei bambini su web” uno lavoro in continua evoluzione in cui vengono raccolte risorse, sicure valutati dall’insegnante e sperimentati con i bambini. Di recente questa importantissima risorsa ha una nuova casa, un dominio specifico:

www.sieteprontianavigare.it

Unico riferimento da memorizzare nei vostri browser.

L’importanza di questa risorsa è tale che i contenuti prodotti sul sito sono stati clonati ad opera di persone senza scrupolo su altro dominio che hanno aggiunto pubblicità ingannevole che rimanda ad altri siti, quindi unico riferimento il sito che vi ho segnalato sopra.
Il sito è in via di aggiornamento ma è completamente funzionante.

Durante i miei corsi per i docenti neoimmessi in ruolo, “Siete pronti a navigare” è tra le segnalazioni presenti nelle mie slide ed è apprezzato tra i colleghi di scuola elementare, consiglio e faccio usare il sito durante le esercitazioni laboratoriali svolte per i docenti.

Alcuni potrebbero pensare che questo post sia una semplice sponsorizzazione, non assolutamente così, quando si conoscono colleghi bravi che regalano gratuitamente parecchio del loro tempo per gli altri bisogna dirlo… no scusate bisogna urlarlo!

Grazie Paola per quello che fai.

Articoli simili:

Pubblicato in news | Contrassegnato , , , , , , | 2 commenti

I miei corsi per La Tecnica della Scuola – Fare coding a scuola con BBC micro:bit

Durante i corsi in webinar che svolgo per Tecnica della Scuola, molte sono le richieste da parte dei docenti nel realizzare attività di formazione su specifici argomenti che riguardano le tecnologie didattiche, gran parte delle richieste riguardano il coding e l’uso di Arduino, Raspberry Pi e BBC micro:bit, l’obiettivi che i colleghi vogliono raggiungere è quello di realizzare progetti che interagiscono con il mondo reale. Tempo fa un collega mi disse: “Michele vorrei trovare un modo semplice per fare uscire dal computer lo storytelling e i giochi che realizzano i ragazzi con Scratch, in una maniera semplice, comprensibile a chi non è informatico o elettronico“.
Progettare un corso in webinar che riguarda oggetti fisici non è semplice, dirò sicuramente un’ovvietà, ma fare formazione on-line richiede modalità assolutamente diverse da una docenza in presenza soprattutto se il corso richiede l’uso di un apparato elettronico.
In questi mesi ho sperimentato parecchio con BBC micro:bit, durante attività di formazione con allievi e docenti e ritengo che la scheda sia ottima per semplicità di utilizzo, inoltre è presente una vastissima comunità di docenti molto attiva che condivide risorse e percorsi didattici.

Ho deciso quindi di incominciare questa nuova avventura didattica progettando un corso di formazione di 4 lezioni da 2 ore, userò sia il simulatore on-line e sia la scheda fisica mostrando in tempo reale il risultato delle sperimentazioni proposte.

Video di presentazione:

Presentazione del corso

BBC micro:bit è un prodotto specificatamente progettato per fare formazione nella scuola e questa caratteristica unita al bassissimo costo e alla semplicità di utilizzo ne sta decretando un’enorme successo. Moltissimi sono gli insegnanti e studenti che condividono gratuitamente risorse e percorsi didattici.

Gli allievi potranno programmare giochi, robot, strumenti musicali, oggetti indossabili o addirittura realizzare semplici strumenti di misura da utilizzare in sperimentazioni di fisica e chimica.
Il corso intende presentare e mostrare come realizzare attività di Coding e Making con BBC micro:bit (microbit.org), un piccolo computer (4×5 cm) distribuito gratuitamente nel 2016 dalla BBC a tutti gli studenti del Regno Unito e da poco più di un anno disponibile per l’acquisto in tutto il resto del mondo. Le dimensioni ridotte, la semplicità di utilizzo e la versatilità rendono micro:bit la piattaforma ideale per lo sviluppo di attività di Coding con forte interazioni con il mondo reale.

Destinatari

Docenti della 5ª classe della scuola primaria e docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado.

Punti tematici

Durante il corso verranno fornite tutte le competenze necessarie per progettare e gestire un percorso di coding che fa uso di BBC micro:bit. L’attività di formazione è articolate in 7 unità:

Unità 1

  • Tour introduttivo sulle possibilità didattiche
  • Specifiche tecniche della scheda

Unità 2

  • Programmare la scheda con JavaScript Blocks Editor
  • Utilizzo dell’ambiente di sviluppo e del simulatore
  • Percorso di coding di base
  • Utilizzo della scheda in modalità wireless

Unità 3

  • Programmare micro:bit con Scratch

Unità 4

  • Esempi pratici per realizzare un percorso di robotica didattica

Unità 5

  • Realizzare sperimentazioni per la creazione di oggetti indossabili in grado di rilevare grandezze fisiche

Unità 6

  • Estendere le possibilità di micro:bit con schede aggiuntive.

Date degli incontri

  • Lunedì 11 dicembre 2017 – Ore 16.00/18.00
  • Martedì 12 dicembre 2017 – Ore 16.00/18.00
  • Mercoledì 20 dicembre 2017 – Ore 16.00/18.00
  • Giovedì 21 dicembre 2017 – Ore 16.00/18.00

Per maggiori informazioni sui contenuti e sull’iscrizione al corso seguire il

LINK

Grazie.

Articoli simili:

Pubblicato in micro:bit | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

LaTeX{} e disabilità

Come segnalato in altri post su questo sito svolgo attività presso il CTS Nuove Tecnologie e Disabilità di Torino, il centro si avvale della collaborazione di docenti, associazioni ed università per svolgere la sua opera di formazione, la quasi totalità delle attività svolte sono gratuite come l’unità formativa dal titolo:

LaTeX{} come soluzione al problema dell’accesso a testi con formule da parte di disabili visivi e sull’uso di specifiche tecnologie assistive per ciechi assoluti e ipovedenti.

L’unitò formativa rientra nell’ambito: Inclusione e disabilità Priorità tematica 4.5 PNDF 2016-2019

La partecipazione al corso è gratuita.

PRESENTAZIONE

Il CTS  (Centro Territoriale di Supporto – Nuove Tecnologie e Disabilità) di Torino e Provincia in collaborazione con il Dipartimento di Matematica “G. Peano” dell’Università degli Studi di Torino nell’ambito del progetto “Cosa farò da grande” promuove un corso sul linguaggio Latex.

L’Unità formativa comprende attività in presenza, lavoro di ricerca, studio e documentazione in rete (Nota MIUR n.2915 del 15-9-2016). E’ articolata su un percorso della durata di 20 ore, di cui 12 in presenza e 8 di studio individuale.

OBIETTIVO DELLA FORMAZIONE

Conoscere e utilizzare il linguaggio LaTeX al fine di poter supportare gli allievi disabili visivi come soluzione al problema dell’accesso a testi con formule per un più facile approccio alla matematica della scuola secondaria e successivamente alla matematica dell’università;

DESTINATARI: docenti di sostegno e curriculari provenienti da scuole secondarie di Torino e Provincia.

FORMATORI E TUTOR D’AULA: prof.ssa Anna Capietto, prof. Nadir Murru, prof. Massimo Borsero.

METODOLOGIE: il corso si svolgerà con metodologia laboratoriale

DATE E ORARIO

  • Venerdì 24 Novembre – 15.00 – 18.00
  • Mercoledì 29 Novembre – 15.00 – 18.00
  • Mercoledì 6 Dicembre – 15.00 – 18.00
  • Mercoledì 13 Dicembre – 15.00 – 18.00

ARGOMENTI

Introduzione alle tecnologie assistive con particolare attenzione all’accessibilità di testi contenenti formule, grafici e tabelle

Studio del linguaggio LaTeX quale linguaggio per la redazione di testi contenenti formule

Studio dell’accessibilità di documenti prodotti mediante il linguaggio LaTeX con particolare attenzione a documenti PDF.

Il corso si svolgerà nel nell’Aula 1 (i primi due incontri) e nell’aula S (gli ultimi due incontri) del Dipartimento di Matematica, Via Carlo Alberto, 10, Torino.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro il giorno 21/11/2017 utilizzando il form che trovate al seguente

LINK

Saranno ammessi un massimo di 28 docenti in base all’ordine di arrivo delle domande e alla presenza nelle classi dei docenti di allievi ciechi assoluti o ipovedenti.

La conferma dell’avvenuta ammissione sarà data via mail.

Grazie.

Articoli simili:

Pubblicato in corsi | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

Un passettino alla volta

Come avrete avuto modo di constatare, da qualche tempo sto collaborando con la nota casa editrice scolastica La Tecnica della Scuola con cui sto svolgendo diversi webinar dedicati alle tecnologie didattiche, un lavoro per me indispensabile perché mi consente di relazionarmi in tempo reale con altri colleghi e mi costringe ad un aggiornamento continuo, sto ovviamente imparando molto da questa modalità di fare didattica competenze che “un passettino alla volta” vorrei trasferire ai miei allievi…

…insomma sto facendo anche io il bravo studente 🙂 … almeno spero

Per i colleghi che frequentano o hanno frequentato corsi e seminari in cui sono stato relatore, ho predisposto in colonna destra un link che rimanda ad un Google form da cui potrete pormi le domande riferite agli eventi a cui avete partecipato, un sistema più agevole per me per effettuare un minimo di analisi sulle criticità degli argomenti trattati e rispondere alle numerose domande a cui non riesco immediatamente a rispondere a causa dei vincoli temporali imposti.

L’uso del form non è riservato ai soli docenti iscritti ai corsi di Tecnica della Scuola ma anche a quelli che frequentano i corsi in presenza.

Grazie.

Articoli simili:

Pubblicato in news | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

I miei corsi per La Tecnica della Scuola – Il social learning con Edmodo

Per Tecnica della Scuola svolgerò il corso: Il social learning con Edmodo

Edmodo è una piattaforma on-line gratuita che permette, con estrema semplicità, la realizzazione di una didattica in e-learning, con esso è possibile creare e gestire in modo semplice comunità di apprendimento e sviluppare contesti didattici molto simili a quelli in presenza, risulta particolarmente efficace in una didattica realizzata con metodologia blended.

Saranno svolti 4 incontri in webinar di 2 ore ciascuno

  • Mercoledì 15 novembre 2017 – Ore 16.00/18.00
  • Lunedì 20 novembre 2017 – Ore 16.00/18.00
  • Martedì 21 novembre 2017 – Ore 16.00/18.00
  • Venerdì 24 novembre 2017 – Ore 16.00/18.00

DESTINATARI
Docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado

PUNTI TEMATICI
Le lezioni saranno articolate in 18 unità:

  • Descrizione delle principali funzionalità della piattaforma
  • Registrazione al sito: modalità insegnante
  • Amministrazione del sistema di e-learning
  • Creazione di gruppi e sottogruppi classe
  • Registrazione dell’allievo alla classe
  • Condivisione contenuti mediante Google Drive OneDrive
  • La biblioteca di classe e lo zainetto dello studente
  • Assegnare compiti, creare quiz e sondaggi
  • Monitorare le attività degli allievi
  • Il registro di classe
  • Attribuire voti e badge
  • Gestione delle attività con calendario: avvisi e promemoria, condivisione eventi
  • Comunicare con l’insegnante
  • Aggiungere funzionalità mediante le App presenti in Spotlight
  • Registrazione al sito: modalità allievo
  • Registrazione al sito: modalità genitore
  • Comunicare con i genitori
  • Utilizzo delle versioni per smartphone e tablet di Edmodo

Durante lo svolgimento del corso i partecipanti saranno guidati dal Tutor all’iscrizione gratuita alla piattaforma Edmodo e, accedendo all’aula virtuale predisposta, saranno assistiti nella simulazione di attività didattiche da svolgere completamente on-line. Il docente nell’aula virtuale assegnerà esercitazioni e segnalerà risorse utili per l’utilizzo di Edmodo.
Il corso si svolgerà on-line con metodologia laboratoriale ed in modo cooperativo tra i partecipanti. L’intero processo di formazione sarà supportato on-line utilizzando Edmodo ed in esso il corsista simulerà attività didattiche e svolgerà esercizi proposte dal docente. Saranno distribuite tramite la piattaforma slide e tutorial utili allo svolgimento delle principali attività con Edmodo.

OBIETTIVI
L’obiettivo del corso è quello di fornire le competenze necessarie per gestire in piena autonomia la realizzazione di corsi on-line a supporto della didattica tradizionale mediante la piattaforma Edmodo.
Verrà mostrato come con Edmodo è possibile gestire ogni attività didattica: conversazioni, compiti, esercizi, calendario e registro di classe in una modalità operativa assolutamente protetta e chiusa alla sola classe.
Durante il corso verrà mostrato come il sistema risulta altamente inclusivo, particolarmente adatto per allievi ospedalizzati che non sono in grado di essere presenti in classe e per allievi che hanno necessità di supporto costante, ma anche per realizzare attività di recupero mirate in itinere.

MAPPATURA DELLE COMPETENZE
Durante il corso verranno fornite tutte le competenze necessarie per realizzare e gestire attività didattiche on-line mediante Edmodo.

Per maggiori informazioni sulla modalità di acquisto, svolgimento corso e attestato riconosciuto rilasciato, seguire il LINK

Articoli simili:

Pubblicato in corsi | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

I ROKERS (Community di Robot Makers) saranno alla MakerFaire Europa 2017

Si parte!
In fermento per i preparativi per uno degli eventi dell’anno più importanti per tutti i Maker, piccoli e grandi la Maker Faire di Roma 2017 che si svolgerà dall’1 al 3 dicembre prossimo, un momento bellissimo per esplorare nuove tecnologie alla ricerca di nuove idee e nuovi inventori, per arrivare là dove nessun maker è mai giunto prima 🙂

Io, Ludovico Orlando Russo, Gabriele Ermacora e tanti Rokers (Community di Robot Makers) siamo stati ammessi Maker Faire Europe 2017

Cito e vi rimando alla news sul sito Rokers:

Eccoci, ci siamo!

Rokers è stata ufficialmente ammessa alla Maker Faire Europe di Roma, il più grande evento Europeo di Making in Europa.

Cosa aspettarsi?

Ludovico, Gabriele e Michele saranno presenti allo stend della Maker Faire tra il primo e il tre Dicembre, e porteremo e faremo vedere alcuni dei nostri progetti, tra cui:

HotBlack Robotics
DotBot
Orobot101 di Olivetti
DotBot:bit
PARLOMA

Gli scorsi mesi sono stati pieni di attività di creazioni robotiche e didattiche e gli incontri con i tanti appassionati sono stati per noi momenti di forte ispirazione per lo sviluppo di altri progetti, pertanto alla MakerFaire, organizzeremo talk e sperimentazioni in diretta, io svolgerò mini attività di coding e robotica per mostrare come queste attività possono essere realizzate a scuola con pochissime risorse economiche… ma ci sarà anche altro…

Volete saperne di più? Allora seguite il link.

Vi aspetto per discutere e condividere idee, spero di incontrare in presenza i tantissimi amici che ho conosciuto on-line, quindi se sarete anche voi a Roma come espositori o come visitatori scrivetemi via mail o mandatemi un messaggio mi farebbe piacere incontrarvi.

Un caro saluto a tutti.

Articoli simili:

Pubblicato in news | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

I miei corsi per La Tecnica della Scuola – Google Apps per la didattica – seconda edizione

Grazie al successo della prima edizione e alle richieste di moltissimi colleghi con Tecnica della Scuola si è deciso di replicare il corso sulle Google Apps, una seconda edizione più ampia in cui verranno trattati molti più argomenti con aggiunta di moltissimi esempi pratici che offrono possibili soluzioni al lavoro quotidiano del docente.
Come nella prima versione mostrerò come usare gli applicativi Google in un contesto didattico, dalla pianificazione e progettazione didattica, all’organizzazione del lavoro alla produzione di verifiche. Rispetto alla precedente versione mostrerò come realizzare una serie di automatismi per la produzione documentale con format grafico personalizzabile, partendo da una collezione di dati di “Fogli” inseriti attraverso un Google Form, questi solo alcuni degli esempi:

  • raccolta della programmazione didattica iniziale dei docenti di una scuola che inseriscono attraverso un form i contenuti e l’azione genera in automatico il documento in formato PDF inviato in automatico alla Dirigenza;
  • realizzazione di un PDP on-line realizzato dai dati inseriti da ciascun docente attraverso form e produzione automatica del documento finale;
  • realizzazione automatica della documentazione necessaria per il percorso di Alternanza Scuola Lavoro dell’allievo;
  • realizzazione automatica di attestati;
  • realizzazione di compiti in classe on-line;

e molto altro…

Vedremo come realizzare azioni automatiche collegate ad eventi su calendario, alla gestione di una classe on-line mediante Google Classroom.
Ho ampliato le sezioni dedicate alle strategie di ricerca mediante il motore di ricerca, alla realizzazione di siti e per questa parte mostrerò come utilizzare i siti come delle vere e proprie WebApp ottimizzate per l’uso su dispositivi mobili.

… insomma tanto di più e tutto nato dal mio lavoro quotidiano a scuola nella gestione degli allievi e nell’organizzazione della scuola.

Saranno svolti 5 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 10 ore di formazione

  • Lunedì 6 novembre 2017 dalle ore 16.00 alle 18.00
  • Martedì 7 novembre 2017 dalle ore 16.00 alle 18.00
  • Giovedì 9 novembre 2017 dalle ore 16.00 alle 18.00
  • Lunedì 13 novembre 2017 dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Martedì 14 novembre 2017 dalle ore 16.00 alle 18.00

DESTINATARI
Tutti i docenti e i dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado

PUNTI TEMATICI

  • Usare al meglio il motore di ricerca
  • Introduzione alle App e al cloud di Google; creare un account
  • Accedere a Gmail, inviare e rispondere ai messaggi, organizzare gli stessi, ricercare e filtrare; utilizzare i task e gestire le attività
  • Hangouts per comunicare, per chattare, per chiamare e fare videochiamate; condividere lo schermo, condividere link e file
  • Calendar per pianificare eventi, organizzare il tempo; aggiungere inviti e notifiche; creare e condividere calendari
  • Google Gruppi
  • Drive per caricare e archiviare file; aprire, modificare, eliminare file; condividere
  • Keep per creare note ed elenchi; condividere e collaborare
  • Documenti: creare un documento, modificare e formattare, condividere e collaborare; gestire il file, modificare il documento e cambiarne visualizzazione, inserire elementi e modificare il formato del testo; utilizzare le tabelle e gli strumenti aggiuntivi
  • Presentazioni: creare e modificare una presentazione curandone l’aspetto, formattare gli elementi come testi ed oggetti, condividere e collaborare; gestire, modificare, inserire elementi grafici, lavorare sulle transazioni, sugli schemi, sui temi
  • Disegni: impostare e formattare un disegno; aggiungere elementi, modificare le forme; lavorare sulle immagini; disporre gli elementi
  • Fogli: introduzione ai fogli di calcolo, capire l’interfaccia e operazioni di base; formule e funzioni; matrici; creare e lavorare sui grafici; formattazione condizionale; tabelle pivot
  • Moduli: creare e gestire un modulo; visualizzare e analizzare le risposte
  • Usare le Mappe, aggiungere luoghi, linee e forme; indicazioni stradali, misurare distanze
  • Sites per realizzare velocemente un sito; creare pagine, modificare il layout, organizzare la navigazione del sito.

OBIETTIVI

L’obiettivo del corso è quello di presentare ed usare efficacemente la piattaforma Google Apps in ambito scolastico e permettere di strutturare in classe con i propri allievi un’intensa azione laboratoriale fatta di esercitazioni in cui poter affrontare problemi comuni alla maggior parte dei contesti scolastici. II corso si svilupperà cercando di coprire gradualmente tutti gli aspetti organizzativi e didattici in cui si dimostra vantaggioso l’impiego di strumenti cloud.

MAPPATURA DELLE COMPETENZE

  • Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento
  • Conoscere strumenti di base della comunicazione on-line e l’uso dei social network e sistemi cloud di social learning
  • Conoscere modalità di organizzazione didattica flessibili nella prospettiva laboratoriale ed inclusiva
  • Conoscere buone prassi educativo-didattiche volte alla progettazione per competenze
  • Conoscere sistemi che rendano accessibili i contenuti didattici digitali a insegnanti e studenti
  • Saper gestire la didattica con le nuove tecnologie e creare prodotti digitali
  • Conoscere la piattaforma delle Google Apps e il suo utilizzo in ambito didattico
  • Competenza nell’integrazione fra didattica on line, didattica in presenza e didattica a distanza con piattaforme dedicate e strumenti di condivisione.

TITOLO RILASCIATO

La Casa Editrice La Tecnica della Scuola è ente di formazione accreditato dal Miur per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016.
Ai fini del rilascio dell’attestato di partecipazione, il percorso di formazione si conclude con un test di verifica e un questionario di gradimento del corso di cui è richiesto il completamento.

Per maggiori informazioni sui costi del corso e sulle modalità di iscrizione vi rimando al sito di Tecnica della Scuola.

Vi aspetto.
Un caro saluto.

Articoli simili:

Pubblicato in corsi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 4 commenti