Corso Arduino – un grazie ai partecipanti del corso dell’11.10.14

Alcune foto della giornata di formazione al FabLab di Biella l’11.10.14: I miei primi esperimenti con Arduino di cui sono stato formatore.
Un sincero grazie a tutti i partecipanti che con passione hanno seguito il corso ed hanno dimostrato un forte interesse ponendomi numerose domande sia per quanto riguarda la didattica, nello specifico didattica della robotica, ma anche suggerimenti per soluzioni aziendali, questi appuntamenti sono per me momenti in cui si manifesta, insieme ai partecipanti, lo spirito maker e la voglia di cambiamento. Come dicevo qualche tempo fa presso il FabLab di Torino, forse stiamo vivendo senza averne la consapevolezza, della  rinascita del settore terziario della nostra economia è questa la sensazione che si respira nei luoghi in cui è collocato il FabLab di Biella (Via Corradino Sella, 10) antichi stabili industriali un tempo forza economica trainate di quei luoghi.

Il prossimo appuntamento è il corso di tre giorni: corso base di Arduino – impariamo l’uso della scheda che ha rivoluzionato il mondo (sono aperte ancora le iscrizioni). Per maggiori informazioni: www.fablabbiella.it e per tutte le attività del FabLab consultare la sezione eventi: www.fablabbiella.it/calendario-attivita/

Allego galleria fotografica della giornata:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Articoli simili:

Pubblicato in arduino | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Festival dell’innovazione e della scienza – Tutto lo spazio che c’è… – Settimo Torinese (To)

evento-spazio-settimo-torinese

Dal 13 al 19 di ottobre si svolgerà presso il Comune di Settimo Torinese il “Festival dell’Innovazione e della Scienza”, quest’anno interamente dedicato all’astronomia e all’astronautica. L’evento “Tutto lo spazio che c’è”, è organizzato dal Comune di Settimo e Fondazione Ecm, gli eventi si svolgeranno presso la Biblioteca “Archimede” in piazza Campidoglio 50.

Eventi in evidenza

15 ottobre

  • Piccoli satelliti – ore 15 – Claudio Sansoé, del Politecnico di Torino
  • Vita in microgravità – ore 17,30 – John Robert Brucato, dell’Inaf

16 ottobre

  • L’osservazione (dei satelliti) sulla Terra e i cambiamenti climatici – ore 11 – Silvio Giordano
  • Fantascienza e vizi e virtù degli astronomi del passato – ore 17,45 – Piero Bianucci

17 ottobre

  • Paolo Nespoli, protagonista in due missioni spaziali – ore 21

18 ottobre

  • Scuola: spazio al tuo futuro – Innovazione, Sapienza e Scienza
    Lectio Magistralis del Tenente Colonnello Walter Villadei Cosmonauta dell’Aeronautica Militare Italiana - ore 16

Per maggiori informazioni su tutti gli eventi in programma: www.bibliotecarchimede.it

Articoli simili:

Pubblicato in news | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Materia 101, la nuova stampante 3D open source di Arduino e Sharebot

Ricevo e volentieri pubblico la segnalazione da parte di Officine Arduino della nuova stampante 3D: Materia 101. Interessantissimi costi e prestazioni.

6c6d9586-1ab6-44a5-9c69-8cc48def98dd

Open source e a un costo contenuto, Materia 101 è una macchina pensata per l’uso collettivo (in classe, in uno spazio di collaborazione, nei fablab), un ingresso guidato nel mondo della stampa 3D e della prototipazione rapida.
Materia 101 è una stampante 3D di precisione, progettata e sviluppata in Italia, grazie alla collaborazione di due aziende affini, nel modo di pensare e di agire.

Arduino ha giocato un ruolo essenziale nella promozione e divulgazione dell’open-hardware, in Italia e all’estero. La stampante non poteva che assecondare questa vocazione. Sharebot – che ha da anni rilascia diverse parti delle proprie stampanti in licenza aperta – metterà a disposizione della community la macchina in toto (disegni tecnici di estrusore, meccaniche e firmware customizzato del Marlin).

Come ogni progetto Arduino, la visual identity di Materia 101 è dello studio ToDo, che con l’essenzialità e il colore bianco della macchina ne suggerisce la facilità di utilizzo.

La stampante 3D, disponibile sia in versione pre-assemblata sia in versione kit, indirizzata al mercato educational, consumer e maker. I prezzi, ancora in fase di definizione, vedono la stampante da assemblare sotto i 600 €, quella assemblata sotto i 700 €.

La presentazione ufficiale avverrà alla Maker Faire Rome, in programma dal 3 al 5 ottobre 2014.

c26819b1-a34e-4c60-980b-57ec8f90caa1

Caratteristiche tecniche

  • Tecnologia di stampa: Fused Filament Fabrication
  • Volume di stampante mono estrusore: 140 x 100 x 100 mm +/- 5mm
  • Risoluzione di posizionamento teorica X e Y: 0,06 mm
  • Risoluzione di posizionamento Z: 0,0025 mm
  • Diametro foro di estrusione: 0, 35 mm
  • Diametro filamento da estrudere: 1,75 mm
  • Temperature ottimali di estrusione PLA: 200-230°
  • Filamenti di stampa testati e supportati: PLA
  • Filamenti di stampa sperimentali: Cristal Flex, PLA Termosense, Poliuretano Termoplastico (TPU), PET, PLA Sand, PLA Flex
  • Dimensioni esterne: 310 x 330 x 350 mm
  • Peso: 10 kg
  • Consumo: 65 watt
  • Scheda elettronica compatibile Arduino Mega 2560 con Firmware Open Source Marlin
  • Schermo LCD da 20 x 4 con navigazione menù a encoder
  • Presetting valori di stampa per PLA
  • Blocco estrusore con regolazione pressione su filamento

Articoli simili:

Pubblicato in arduino | Contrassegnato , , , , , , | 2 commenti

Come fare Crative Computing a scuola

Ritengo da sempre che Scratch sia uno strumento interessantissimo per aumentare le competenze informatiche dei giovani studenti, ne avevo parlato in passato su queste pagine ed io stesso lo utilizzo da molto tempo con i miei allievi, soprattutto nel biennio della scuola superiore. On-line potete trovare una vastissima quantità di manuali e tutorial, però recentemente Karen Brennan, Christan Balch, Michelle Chung hanno reso disponibile la guida gratuita sull’uso di Scratch a scuola dal titolo: Creative Computing, pensata per l’insegnante, ben 154 pagine (65MB), un manuale pronto per essere utilizzato a scuola.

La guida è suddivisa in 6 unità :

  1. Exploring
  2. Animations
  3. Stories
  4. Games
  5. Diving Deeper (Advanced Concepts)
  6. Hackathon (Projects and Open Challenges)

Troverete nel manuale spunti per sviluppare strategie didattiche per studenti di ogni età.
Credo che si possa ritenere una delle guide gratuite più completa ad oggi disponibile.

Buona lettura.

creative-computing

Articoli simili:

Pubblicato in programmazione | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

Consigli di lettura: Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL

Voglio incominciare con un ringraziamento al Dott. Michele Menniti che ha avuto la gentilezza di farmi avere il suo libro tecnico pratico: Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL (Edizione Futura Group).
Questo testo è certamente un sussidio didattico di grande interesse perché ha un taglio estremamente pratico e di rado si trovano produzioni editoriali italiane con una forte componente laboratoriale che guidano passo passo, con moduli didattici ben strutturati ad assimilare competenze tecniche importanti.
Il libro si rivolge indistintamente a studenti, neofiti e professionisti ed il suo scopo principale è quello di insegnare ad usare Arduino in veste di programmatore, ricorrendo a diverse tecniche, avendo come target la stragrande maggioranza dei modelli di microcontrollori ATMEL delle famiglie ATmega e ATtiny, al fine di poter realizzare circuiti in stand-alone.
Da questo lavoro emerge un’accuratezza ed una chiarezza espositiva che ben si adatta in ambito didattico, ho apprezzato molto l’enorme quantità di esempi illustrati esposti con  particolare precisione in cui la descrizione delle sperimentazioni è fatta con schemi di collegamenti molto chiari, a tal punto che è praticamente impossibile commettere errori di esecuzione.
Il manuale quindi non può non mancare nel laboratorio di chiunque voglia progettare circuiti basati su microcontrollori ATMEL.
Per il percorso didattico, da me impostato in questi anni sulla piattaforma Arduino, il libro propone argomenti che mi aiutano enormemente e concludono il percorso pratico di programmazione sui microcontrollori ATMEL.
Quindi ringrazio il Dott. Michele Menniti per avermi dato la possibilità di aggiungere e migliorare la mia didattica con gli argomenti trattati nel suo libro, testo che consiglierò ai miei allievi e ovviamente a tutti coloro che desiderano sviluppare tecnologie con questa famiglia di microcontrollori.

Alla pubblicazione è stato associato un Blog con una ricchissima sezione di download, per tutto l’occorrente materiale illustrato nel Manuale:

http://manualearduinoatmel.elettronicain.it/

Maggiori informazioni e l’acquisto del testo possono essere reperite seguendo i link:

Dott. Michele Menniti
Docente di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni presso l’Università “Magna Grecia” di Catanzaro.
http://www.michelemenniti.it

 

Potrete ritrovare post nella sezione libri della pagina Arduino di questo sito.

atmel

Articoli simili:

Pubblicato in arduino | Contrassegnato , , , | 1 commento

Arduino – lezione 09: uso di LED RGB – parte 1

Mi viene continuamente richiesto da molti lettori di questo blog di inserire le lezioni che svolgo a scuola con i miei studenti quindi dopo questa tirata d’orecchie che mi viene fatta :-) spessissimo riprendo questa attività.

Per dare ordine al percorso di apprendimento, riprendo i contenuti sviluppati nelle mie slide di dominio pubblico e quanto già scritto in una mia precedente attività pratica svolta con gli studenti: Arduino: effetti luminosi per rendere attraente la lezione

Agendo in questo modo i miei colleghi, che desiderano implementare una didattica in cui viene utilizzo Arduino, si troveranno una sequenza ordinata di lezioni dove gli argomenti e gli esercizi sono scelti per sviluppare ed approfondire aspetti particolari della programmazione, quindi perdonate le ripetizioni (fisime da Prof. bacchettone), ma l’ordine è fondamentale  se si desidera spiegare e quindi faccio ordine :-)

Parliamo dei LED RGB, uno dei componenti che suscita negli studenti sempre molto interesse, soprattutto perché si presta a molteplici attività creative i LED RGB.

Quanto scritto è ripreso dalle mie slide che sono di dominio pubblico a queste aggiungerò ulteriori esercizi.

I led RGB sono led capaci di produrre 3 differenti lunghezze d’onda:

  • Rosso (R, red)
  • Verde (G, green)
  • Blu (B, blue)

arduino-led-rgb-01

Posseggono 4 terminali e si possono presentare in due tipi di configurazione:

  • 1 anodo e 3 catodi (RGB ad anodo comune)
  • 3 anodi e 1 catodo (RGB a catodo comune)

La mescolanza dei tre colori dà luogo ad una luce di un determinato colore che dipende dall’intensità di ciascuno dei tre colori originari (si veda la composizione RGB) Continua a leggere

Articoli simili:

Pubblicato in arduino, i miei allievi | Contrassegnato , , | 2 commenti

Corsi Arduino: in programma secondo corso presso FabLab di Biella

maffucci-fablab-biella-corso-arduino

In programma il mio corso:

Arduino: impariamo l’uso della scheda che ha rivoluzionato il mondo
corso introduttivo alla tecnologia Arduino

Rivolto a tutti quelli che non hanno mai usato un’Arduino e vogliono essere guidati a fare il primo passo.
La finalità del corso è permetterti di gestire e progettare in autonomia le tue idee sfruttando a pieno la piattaforma Arduino. Il corso è basato sui componenti dell’Arduino Starter kit.

REQUISITI
Essere curiosi ed appassionati delle nuove tecnologie elettroniche.

TECNOLOGIA
Arduino Starter kit.

PROGRAMMA
il programma si sviluppa su 6 moduli suddivisi in tre incontri:
lunedì 20 ottobre – 27 ottobre – 3 novembre
ORARIO: Dalle 18:30 alle 21:30
Corso a pagamento (indispensabile prenotazione)

Modulo 1.
Cosa è Arduino – L’IDE di programmazione – Installiamo Arduino – Conosciamo la scheda – Principi di elettrotecnica – Principi di elettronica – Strumenti di misura – Uso della breadboard.

Modulo 2.
Il vostro primo circuito – Far lampeggiare un LED – Usare un potenziometro – Usare LED RGB – Comandare più LED

Modulo 3.
Usare i pulsanti – Fotoresistenze – Utilizzo dei sensori di temperatura, gas, flessione, pressione e accelerometro.

Modulo 4.
Usare buzzer ed altoparlanti – Uso dei display – Controllare un motore CC – Servomotori.

Modulo 5.
Usare i relè – Shift registrer – Uso degli shield più comuni

Modulo 6.
Realizza la tua idea

I moduli svolti potrebbero subire variazioni in funzione delle esigenze degli utenti.

Importante: venite con il vostro portatile

Per iscrizioni seguire il link

Articoli simili:

Pubblicato in arduino | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Programmare Arduino con ArduBlock

Mi è giunta ieri un’ulteriore richiesta da un collega di un istituto professionale che mi chiede un’ulteriore soluzione a quanto già segnalato nelle settimane passate su sistemi grafici per programmare Arduino, per dirla in altro modo, sistemi che ricordano l’ambiente di sviluppo “Scrach” in modo da rendere più semplice l’insegnamento della programmazione su Arduino operando con semplici Drag&Drop per manipolare le istruzioni di programmazione.
ArduBlock è un’alternativa interessante e sicuramente un valido strumento per chi si sta affacciando al physical computing, io lo considero un “facilitatore” per quanti si affacciano per la prima volta alla programmazione di questo dispositivo.

ArduBlock-00

Vediamo come si installa ArduBlock

ArduBlock è multipiattaforma, quindi potrete installare senza problemi su Mac, Linux e Windows. Per poter utilizzare ArduBlock è indispensabile installare prima l’IDE standard di Arduino.

Passo 1

L’installazione non è complicata, bisogna solamente effettuare il download i un file Java memorizzando la posizione di questo file all’interno dell’IDE di Arduino.

Passo 2

Identificate la cartella in cui vengono memorizzati i vostri sketch su Arduino. Se non sapete dove è collocata questa cartella aprite dal menù “Arduino -> Preferences” dell’IDE Arduino, la posizione della cartella dei vostri sketch la trovate in “Sketchbook location”, copiate questo percorso e chiudete l’IDE di Arduino.

ArduBlock-01

ArduBlock-02

Passo 3

Continua a leggere

Articoli simili:

Pubblicato in arduino | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Partono i miei corsi Arduino al FabLab di Biella

fablab-biella-111014

I miei primi esperimenti con Arduino
Sabato 11 ottobre 2014
dalle 14:00 alle 18:00

Fablab Biella
via Corradino Sella, 10

evento gratuito con iscrizione

Prerequisito
Essere curiosi ed appassionati delle nuove tecnologie elettroniche :-)

Presentazione delle potenzialità di Arduino attraverso una parte introduttiva legata alla teoria che caratterizza questa scheda, seguita della realizzazione di alcuni progetti che possono incuriosire sia grandi che piccini. Si faranno riferimenti pratici mediante l’utilizzo di sintetizzatori musicali, robot basati sui principi base della scheda e molto altro ancora.

E’ il primo laboratorio aperto a tutti per provare a giocare con la robotica, con la musica e la scienza, usando alcuni progetti basati su Arduino. Mettere le mani su oggetti interattivi nati per mettersi alla prova e divertirsi grazie alla scheda Arduino, provando a realizzare piccole sperimentazioni. Un modo per percepire lo spirito maker e sapere quello che vi aspetta nei corsi successivi.

Per chi vorrà potrà essere un momento in cui discutere di apprendimento, passione e didattica laboratoriale analizzando “l’oggetto Arduino” come elemento motivante per lo studente di ogni età.

Per chi si è appena avvicinato al mondo Arduino, non dimenticate! Venite con il vostro portatile, vedremo insieme le primissime sperimentazioni.

Per iscriversi seguite il link.

Vi aspetto :-)

Articoli simili:

Pubblicato in arduino | Contrassegnato , , , | 2 commenti