Dare forma a micro:bit con Robottillo:bit

Mi accade spesso, in un momento di stanchezza mentale mi concentro su qualcosa di totalmente diverso, è capitato giovedì scorso, al termine di un’intensa giornata di lavoro, ho incominciato a scarabocchiare qualcosa su un pezzo di carta, ho guardato qualcosa on-line e pian pianino ho dato forma a quello che poi è diventato l’assistente per giovani studenti che vogliono incominciare ad imparare a programmare, Robottillo:bit, altro non è che un piccolo contenitore per micro:bit che ricorda un goffo robottino.

Ne avevo dato notizia su Facebook giovedì scorso mostrando una versione preliminare realizzata in pochissimo tempo ed oggi ho concluso il tutto.

Robottillo:bit si poggia stabilmente sulle proprie gambe 🙂 ma se desiderate potete incastrarlo in un’apposita base che permette anche l’alloggiamento delle batterie di alimentazione.

Ho realizzato due tipologie di involucri, una che ricopre totalmente la parte posteriore della scheda, ed una un po’ più spessa che consente la fuoriuscita di viti da utilizzare come elementi di connessione per i pin: P0, P1, P2, Vcc, GND da collegare a morsetti a coccodrillo a componenti elettrici esterni.

Il pulsante di reset è raggiungibile agevolmente così come la micro USB e il connettore JST.

Tutti gli elementi che costituiscono il contenitore si incastrano tra loro.

Molti colleghi mi hanno chiesto la possibilità di poter stampare il simpatico Robottillo:bit,  come promesso rendo disponibile su Thingiverse i sorgenti grafici per la stampa 3D, spero che questo piccolo lavoro possa aggiungere una nota di allegria in più alle attività di Coding che organizzerete con i vostri studenti.

Una cortesia, se stampate ed utilizzate Robottillo:bit mandatemi una fotografia, vorrei mantenere traccia dei viaggi del piccolino 🙂

Grazie.

 

Articoli simili:

Pubblicato in micro:bit, programmazione, Stampa 3D | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

A Torino la Code Week si festeggia anche con la MEGAcoder

Nell’ambito della settimana della Code Week Europea 2017 l’associazione Dschola ha organizzato in collaborazione con ToolBox Coworking e FabLab For Kids il workshop gratuito MEGACoder della durata di 3 ore su coding e STEAM, rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie. L’evento si svolgerà giovedì 19 ottobre 2017 dalle 9.30 alle 12.30 presso gli spazi di ToolBox Coworking in Via Agostino da Montefeltro 2 a Torino tantissime le adesioni, più di 400 studenti!
Attualmente purtroppo non ci si può più iscrivere come scuola, iscrizioni esaurite in pochissimi giorni, però sono ancora aperte le iscrizioni come tutor e se volete sostenere l’evento è possibile sponsorizzare le attività, tutto il ricavato sarà utilizzato per i bambini.

L’enorme evento di Coding sarà così organizzata:

  • I partecipanti saranno suddivisi in squadre da 10 membri per dare ai partecipanti la possibilità di essere attivi
  • Ogni squadra sarà seguita da un tutor che metterà a disposizione le proprie conoscenze su un tema a sua scelta
  • Ogni tutor fornirà il materiale di consumo e gli eventuali kit di lavoro alla squadra – Se le classi hanno a disposizione dispositivi (tablet o altro) possono portarli

Per l’occasione moltissimi amici colleghi di scuola superiore con i loro studenti saranno tutor per le squadre di studenti di scuola elementare e media ed anche io con 4 validissimi  miei studenti di 4A elettrici saremo insieme tutor per svolgere attività di coding e robotica con micro:bit ed Arduino. In questi giorni tra le mille attività che svolgiamo a scuola stiamo ultimando i preparativi per i laboratori che desideriamo proporre.

Passate a trovarci 🙂 saremo lieti di condividere con voi questo momento di didattica creativa.

Un enorme grazie ai miei allievi: Luca, Salvatore, Cristian, Antonio

Buon Coding a tutti.

Articoli simili:

Pubblicato in arduino, micro:bit, programmazione | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Coding a scuola con BBC micro:bit – lezione 5

In questa lezione vedremo come sviluppare il gioco: indovina il numero, realizzandolo in tre versioni:

Versione 1
Premendo il pulsante “A” viene generato un numero casuale da 1 a 9, il riavvio del gioco avviene premendo nuovamente il pulsante “A”.

Versione 2
Premendo il pulsante “A” sul display una sequenza di 3 immagini (che persisteranno ciascuna sul display 1 secondo) per creare un momento di suspance e successivamente apparirà il numero casuale. Il riavvio del gioco avviene premendo nuovamente il pulsante “A”.

Versione 3
La pressione del pulsante “B” mette il gioco in modalità di avvio facendo comparire una freccia che scorre da sinistra verso destra e che punta verso il pulsante “A” con lo scopo di segnalare che il gioco potrà incominciare premendo il pulsante “A”.
Premendo il pulsante “A” sul display appare una sequenza di 3 immagini (che persisteranno ciascuna sul display 1 secondo) per creare un momento di suspance, successivamente apparirà il numero casuale. Il riavvio del gioco avviene premendo nuovamente il pulsante “B”.

Di cosa avete bisogno

  • n.1 BBC micro:bit
  • n.1 Micro USB
  • n.1 Computer o tablet
  • n.2 x Batterie AAA ed un contenitore per le batterie (opzionale perché la scheda potrà essere alimentata direttamente anche via USB)

Programmiamo – Versione 1

Premendo il pulsante “A” viene generato un numero casuale da 1 a 9, il riavvio del gioco avviene premendo nuovamente il pulsante “A”.

Nel JavaScript Blocks editor apriamo il gruppo di istruzioni “Input” e selezioniamo e trasciniamo nell’area di programmazione l’istruzione “on button press”.

All’interno dell’istruzione è possibile cambiare il nome del pulsante in “A”, “B” o “A+B”, nel nostro caso selezioniamo “A”, in questo modo verrà eseguito il codice contenuto nell’istruzione “on button press” solo quando viene premuto il pulsante “A”.

Aprite il gruppo “Variable” fate click su “make a variable” e create una variabile di nome: “numero”

vedrete che all’interno del pannello “Variable” comparirà la nuova variabile creata

Continua a leggere

Articoli simili:

Pubblicato in i miei allievi, micro:bit, programmazione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Corso: micro:bit ed Arduino – la robotica tra i banchi di scuola

Giovedì 28 settembre sarà presentato il corso gratuito che condurrò a Moncalieri (To):

Progetto Arduino – micro:bit, la robotica tra i banchi di scuola

Il corso è promosso e dal Comune di Moncalieri e dall’associazione Suburbia.

La presentazione avverrà in due luoghi differenti, sarò presente ad entrambi:

Il corso, indirizzato ai docenti del comune di Moncalieri, intende fornire le competenze necessarie per realizzare percorsi di Coding e Robotica per allievi della scuola elementare e media tra gli obiettivi vi è anche quello di facilitare l’orientamento alla scuole superiore.
Durante il corso utilizzerò prevalentemente BBC micro:bit, trovate diverse informazioni su queste pagine, ma vi sarà spazio anche per sperimentare con Arduino.
Fornirò durante il corso moduli didattici che potranno essere liberamente utilizzati dai docenti per realizzare laboratori con i propri studenti.
Ogni partecipante al corso imparerà a programmare un micro:bit e realizzerà un DotBot:bit che potrà poi utilizzare in classe.

I kit acquistati per lo svolgimento del corso saranno donati alle scuole.

I robot creati e modificati poi dagli allievi parteciperanno alla manifestazione: “Moncalieri Comunità” nel 2018.

Frequenza: 6 lezioni da 3 ore

Calendario lezioni:

Le lezioni e la Sede saranno concordate con gli insegnanti che parteciperanno al Progetto

  • 4 LEZIONI si svolgeranno nel mese di Novembre per acquisire le competenze
  • 2 LEZIONI si svolgeranno nel mese di Gennaio per la realizzazione del ROBOT DotBot:bit

Per iscrizioni contattare l’associazione SUBURBIA alla mail suburbia.moncalieri@gmail.com

Articoli simili:

Pubblicato in arduino, corsi, micro:bit | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

I miei corsi per La Tecnica della Scuola – Il coding con Scratch per una didattica attiva

Sarà un anno pieno di Coding 🙂
Per La Tecnica della Scuola avevo svolto qualche mese fa un corso in presenza a Catania sull’uso di Scratch, adesso sarà la volta di un corso in Webinar in cui proporrò attività laboratoriali dove oltre ad insegnare l’uso di Scratch e fornire moduli didattici da utilizzare in classe, incomincerò a sviluppare insieme ai partecipanti unità didattiche in cui l’assimilazione di competenze logiche matematiche avviene imparando a realizzare giochi a computer con Scratch. Per rendere ancora più efficace l’azione credo che possa essere utile anche realizzare giochi elettronici che possano interagire con il mondo fisico utilizzando schede elettroniche come micro:bit, Arduino o Raspberry Pi.

Presentazione del corso

Il corso si propone di insegnare l’uso di Scratch secondo modalità attive e inclusive. Il percorso didattico è immediatamente spendibile in classe e offre un’ulteriore tecnica per trasmettere agli studenti strumenti per apprendere lavorando in gruppo.

Saranno svolti 5 incontri in webinar di 2 ore ciascuno
per un totale di 10 ore di formazione

  • Mercoledì 11 ottobre 2017 – Ore 17.00/19.00
  • Giovedì 12 ottobre 2017 – Ore 17.00/19.00
  • Venerdì 13 ottobre 2017 – Ore 17.00/19.00
  • Lunedì 16 ottobre 2017 – Ore 17.00/19.00
  • Venerdì 27 ottobre 2017 – Ore 17.00/19.00

DESTINATARI: Docenti e istituzioni scolastiche e formative di ogni ordine e grado

COSTO: 79 euro
LA CASA EDITRICE LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO DAL MIUR
Potrete acquistare il corso anche con la CARTA DOCENTE

PROGRAMMA
Il corso si svolgerà on-line con metodologia laboratoriale ed in modo cooperativo tra i partecipanti. L’intero processo di formazione sarà supportato da una piattaforma di formazione on-line appositamente predisposta, sulla quale sarà realizzata una classe virtuale a cui saranno iscritti tutti i partecipanti al corso. In questo modo sarà possibile sviluppare sperimentazioni didattiche, nonché fornire indicazioni di articoli di approfondimento e svolgimento di attività pratiche sull’uso di tecnologie che saranno illustrate nei momenti di lezione.

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO
Per lo svolgimento del corsò è indispensabile aver precaricato sul proprio computer il software Scratch 2 versione offline scaricabile per il proprio sistema operativo dal seguente link: https://scratch.mit.edu/download.
I passi per l’installazione di Scratch 2 richiedono tre fasi di installazione descritti nel link sopra indicato.

Per maggiori informazioni sull’acquisto del corso, attestato rilasciato seguire il LINK.

Articoli simili:

Pubblicato in corsi, news, programmazione | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Il piccolo DotBot:bit cresce giorno per giorno

Sto apportando in queste ore alcune modifiche sulle dimensioni e sulle modalità di utilizzo dell’ultimo nato della famiglia DotBot, il piccolo DotBot:bit, ne ho variato leggermente le dimensioni, attualmente l’area di occupazione è di 75×75 mm, sufficientemente piccolo per essere comodo da trasportare e da usare in ogni classe. Alcuni miglioramenti apportati al sistema di aggancio del micro:bit e della scheda per il pilotaggio dei servo, scheda dotata anche 5 led RGB.

Nelle immagini è possibile vedere la versione Truck che consente l’aggancio di ulteriori dispositivi. Pubblicherò nel breve i sorgenti grafici per la stampa 3D. Ho sviluppato inoltre un primo prototipo di struttura per ospitare un Arduino Nano (nella foto una versione compatibile) inserito su una extension board che rende più agevole il collegamento tra i vari dispositivi del robot.

Tutti gli elementi si incastrano, sono solo presenti 4 viti M3 con i rispettivi dadi.

Attualmente in fase di disegno:

  • struttura per ospitare sensore ad ultrasuoni
  • sensori ad infrarossi
  • struttura per gare sumo
  • struttura per ospitare Raspberry Pi Zero W
  • struttura per ospitare un Raspberry Pi 3

Mi sono dato alcuni giorni di tempo per concludere l’intero progetto, forse qualcuno avrà intuito l’intento nel  realizzare un oggetto molto piccolo ed estremamente versatile da utilizzare con la tecnologia che più si preferisce, quindi programmazione in JavascripBlock Editor, MicroPython, C, Scratch, Visualino, mBlock ed altro con l’elettronica che si vuole.

Mi sto affezionando a questo “piccolino” sarà il caso di aggiungere un po’ di espressività? Un display oled e un po’ di interazione con bot Telegram potrebbero essere interessanti, ma perché non usarlo con la piattaforma di programmazione basata su ROS di HotBlackROBOTICS?

…ci sto lavorando 😉

Buon Coding a tutti.

Articoli simili:

Pubblicato in arduino, micro:bit, robotica, Stampa 3D | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Coding a scuola con BBC micro:bit – lezione 4

Introduzione

In questa terza lezione vedremo come far accendere e spegnere una immagine sulla matrice di LED presente sulla scheda.

Di cosa avete bisogno

  • n.1 BBC micro:bit
  • n.1 Micro USB
  • n.1 Computer o tablet
  • n.2 x Batterie AAA ed un contenitore per le batterie (opzionale perché la scheda potrà essere alimentata direttamente anche via USB)

Programmiamo

Passo 1

Andate sul sito BBC micro:bit e fate click su “Let’s Code” sul menù principale

Passo 2

All’interno del “Microsoft Block Editor” click su “New project”.

Passo 3

Per questo esercizio utilizzeremo le istruzioni collocate nel menù drop-down “Basic”

Facendo click su una delle voci visualizzerete i comandi corrispondenti.

Passo 4

Selezionate “basic” e cercate l’istruzione “show leds”, fate click su questo comando e trascinatelo nell’area di lavoro al centro dello schermo.

 

Potrete selezionare i LED della matrice di LED sul micro:bit, la selezione di un punto permetterà l’accensione del LED corrispondente la deseleziona lo spegnimento.

Passo 5

Per creare un cuore selezionate i LED come indicato nell’immagine che segue:

Continua a leggere

Articoli simili:

Pubblicato in corsi, i miei allievi, micro:bit, programmazione | Contrassegnato , , , | 2 commenti

I miei corsi per La Tecnica della Scuola – Seconda edizione di: Starter kit delle competenze digitali

Visto il successo della prima edizione svolgerò per La Tecnica della Scuola la seconda edizione del corso Starter kit delle competenze digitali. In questa nuova edizione verrà svolta una lezione in più in cui darò ulteriori indicazioni in merito all’organizzazione e la progettazione didattica, all’utilizzo di strumenti per realizzare un e-portfolio ed esempi per lo sviluppo di attività didattiche laboratoriali immediatamente spendibili in classe (risorse per la realizzazione di laboratori di Coding, stampa 3D, ecc…)

Date di svolgimento del corso

3 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 6 ore

  • Lunedì 2 ottobre 2017 dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Martedì 3 ottobre 2017 dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 5 ottobre 2017 dalle ore 17.00 alle 19.00

“Come imparare ad imparare l’uso delle tecnologie didattiche?”

“Dove informarsi e dove trovo esempi sull’uso delle tecnologie sviluppati da altri insegnanti?”

Il corso introduttivo intende fornire gli strumenti necessari per imparare a strutturare un proprio percorso di apprendimento all’uso delle tecnologie didattiche con particolare attenzione ad una serie di applicativi web in cloud, gratuiti ed open source, utilizzabili per la progettazione didattica e per la gestione della classe, a supporto di una didattica blended ed inclusiva.
Verranno forniti gli strumenti di partenza per sfruttare le potenzialità delle tecnologie nei processi chiave: progettazione, trasversalità, collaborazione, condivisione, valutazione.
Durante l’attività formativa verranno esposte soluzioni hardware di bassissimo costo (Raspberry Pi, micro:bit, MakeyMakey, Arduino, ecc…) immediatamente spendibili in classe che ben si adattano allo sviluppo di attività di didattiche laboratoriali, in grado di fornire competenze trasversali basate su una metodologia “project based learning” per il raggiungimento di uno scopo o di un obiettivo specifico che ha molto a che fare con problemi di vita reale.

DESTINATARI: Docenti e istituzioni scolastiche e formative di ogni ordine e grado

COSTO: 55 euro
LA CASA EDITRICE LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO DAL MIUR

Potrete acquistare il corso anche con la CARTA DOCENTE

PUNTI TEMATICI CHE SARANNO AFFRONTATI

  • Strumenti per sostenere l’autoaggiornamento
  • Le comunità di insegnati sul web. Gruppi di interesse, comunità di pratica
  • Software cloud per la didattica attiva
  • Strumenti per comunicare (blog, siti), creare e sostenere la comunità della propria scuola
  • Strumenti di social bookmarking
  • La ricerca in rete: dato un problema, risolverlo con l’aiuto della rete
  • La progettazione condivisa e collaborativa tra i docenti: il curriculum mapping
  • Strumenti per costruire pensiero computazionale
  • Progettazione di ambienti cloud per la gestione della classe e la realizzazione di attività collaborative

OBIETTIVI

Verranno forniti competenze digitali ad ampio spettro che permetteranno di:

  • Costruire un proprio “network di apprendimento sociale” (basato su sistemi di social network) per l’apprendimento delle tecnologie
  • Valutare quali tecnologie adottare per rendere efficace il proprio lavoro
  • Dove informarsi sull’uso delle tecnologie didattiche (strategie, tutorial e case history)
  • Risorse web per la formazione e il supporto all’uso delle tecnologie
  • Usare le tecnologie per organizzarsi
  • Documentare per ampliare il proprio “network di apprendimento sociale” al fine di costruire il “diario delle proprie esperienze didattiche”
  • Saper cercare sul web: “imparare ad imparare l’uso delle tecnologie”
  • Gestire sistemi di social networking (per apprendere, recuperare per l’inclusione)

MAPPATURA DELLE COMPETENZE

  • Competenze a supporto di ogni attività giornaliera del docente: contesti, uso di particolari software, organizzazione di una piattaforma di formazione in funzione delle esigenze della classe
  • Saper scegliere strumenti tecnologici (hardware e software) diversi in rapporto ai contesti classe
  • Saper scegliere gli strumenti da utilizzare per progettare Unità di Apprendimento trasversali e disciplinari

Per maggiori informazioni sulla modalità di acquisto, svolgimento corso e attestato riconosciuto rilasciato, seguire il LINK

Articoli simili:

Pubblicato in corsi, news | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

DotBot:bit mi reggi il pennarello?

Da inizio anno scolastico ho ripreso a camminare… questioni di pancia 🙂
35 minuti di passeggiata per andare a lavoro ed altrettanti per ritornare a casa, minuti preziosi per ascoltare podcast e per pensare.
E’ da qualche giorno che i pensieri sviluppati durante le camminate sono dedicati a DotBot:bit.
Durante la passeggiata di ieri le elucubrazióni mentali erano rivolte alla realizzazione di un incastro che permettesse di sostenere un pennarello o matita mediante un supporto da avvitare nella parte frontale, in questo modo si potrebbero realizzare interessanti sperimentazioni di geometria e Coding.
Vi avevo mostrato il disegno della la versione “truck” di DotBot:bit che ho stampato ieri, dotata frontalmente e posteriormente  di fori a cui fissare, mediante piccole viti e dadi M3, estensioni meccaniche per alloggiare oggetti di varia natura, come evidenziato nelle foto che seguono:





La passeggiata di oggi invece mi ha permesso di pensare ad una versione del robot che non facesse uso della scheda Servo:Lite board di Kitronik, indicata nel post di presentazione di DotBot:bit, ma dotata solamente di:

  • micro:bit
  • pacco batterie
  • mini breadboard da 170 punti
  • adattatore per breadboard per micro:bit (vedi immagini)

Questo l’adattatore per breadboard:

In questo momento questa parte è in fase di stampa, di seguito mostro solamente la bozza che ho modellato velocemente. Il contenitore della batteria si incastra ai supporti laterali e nel contenitore della batteria sarà incastrata la breadboard su cui è inserita la scheda adattatrice. Appena disponibile, se presentabile 🙂 pubblicherò il risultato e naturalmente renderò pubblici i sorgenti grafici.

Buon Coding a tutti 🙂

Articoli simili:

Pubblicato in micro:bit, robotica, Stampa 3D | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento