Corso propedeutico ad affrontare la certificazione CLAD

Ricevo e volentieri pubblico la segnalazione dell’amico e collega Fabio Carruccio in riferimento al corso che si terrà presso l’istituto in cui presta servizio. Gli argomenti trattati sono, dal mio punto di vista estremamente importanti soprattutto in percorsi di elettronica, automazione industriale e meccatronica.
Il mio personale grazie a Fabio per l’impegno e la passione che da sempre dedica alla didattica e alla progettazione di corsi tecnici altamente professionalizzanti per studenti e insegnanti.

Presentazione del corso

www.iis-pascal.gov.it
IIS “PASCAL MAZZOLARI”
in collaborazione con
IRS – INGEGNERIA RICERCA e SISTEMI

L’Istituto “Pascal Mazzolari” sensibile all’evoluzione della didattica, organizza un corso con l’obiettivo di fornire ai docenti un approfondimento relativo all’utilizzo dell’ambiente National Instruments LabVIEW per l’acquisizione, l’elaborazione e la gestione dei dati nelle applicazioni ingegneristiche.

Corso propedeutico ad affrontare la certificazione CLAD

PROGRAMMA

Lezione 1
Mart. 08/10/2019

NI Lab VIEW foundamental

  • Comprendere front panel, diagramma a blocchi, connector panes
  • Creare user interfaces con diagrammi, grafici e bottoni
  • Uso tipi di dati e di strutture di programmazione

Lezione 2
Mart. 15/10/2019

State machine design pattern in LabVIEW

  • Uso delle tecniche di editing e di debugging
  • Creazione di VI e di subVI
  • Display e log data
  • Uso di macchine a stati finiti nelle diverse applicazioni

Lezione 3
Mart. 22/10/2019

Applicazioni per l’acquisizione automatica di dati

  • DAQ Assistant – myDAQ

Lezione 4
Mart. 05/11/2019

Applicazioni per l’acquisizione automatica di dati

  • NI DAXmx palette – myDAQ

Lezione 5
Mart. 12/11/2019

Creazione di applicazioni che utilizzano myRIO
Express VI

Lezione 6
Mart. 19/11/2019

Creazione di applicazioni che utilizzano myRIO
Low level functions

Lezione 7
Mart. 26/11/2019

Creazione di una Vision application in LabVIEW
NI Vision Assistant

Lezione 9
Mart. 03/12/2019

Creazione di una Vision application in LabVIEW
NI IMAQdx palette


Destinatari: Docenti
Durata: 24 ore
Tempi: orario pomeridiano dalle 14,30 -17,30
Relatori: Docenti IRS

Per iscrizioni compilare il link:
https://forms.gle/Auvq5iGcUAHLeGih9

Sede del corso:
IIS “Pascal Mazzolari” – via Solferino, 92 – 25025 Manerbio (BS)
Per info: Fabio Caruccio – ufficio-tecnico@iis-pascal.edu.it – 3381109073

Locandina del corso di formazione.

Articoli simili:

Pubblicato in corsi | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

I miei corsi per La Tecnica della Scuola – Creare e gestire siti e blog per contenuti didattici

Ripartono i miei corsi per Tecnica della Scuola, con una nuova attività formativa indirizzato alla realizzazione di siti web e blog per documentare le attività didattiche e per realizzare attività di sperimentazione di redazione condivisa con gli studenti.

L’idea del corso nasce dalle molte richieste pervenute dai colleghi che hanno partecipato ai miei precedenti corsi, molti mi hanno chiesto di costruire un corso che parlasse di questi argomenti.

Poiché le richieste giungono da insegnanti anche di materie non tecniche, ho pensato ad un percorso in cui non fossero necessarie conoscenze di programmazione o sistemistiche. L’intera attività di formazione si svilupperà utilizzando applicativi web in cui la creazione e la gestione dei contenuti avviene mediante l’utilizzo del “drag and drop”, ovvero il clicca, trascina e rilascia, quindi fornirò le competenze necessarie per la gestione dei contenuti didattici on-line mediante siti dinamici e blog i cui contenuti possano essere gestiti mediante l’uso esclusivo di un browser internet.

Sempre di più il docente è chiamato ad attuare metodologie didattiche attive ed inclusive in grado di costruire percorsi personalizzati, queste necessità possono essere supportate da diverse tecnologie che permettono di condividere agevolmente i contenuti didattici mediante siti web e blog.

La produzione di contenuti didattici per il web può, dove necessario, favorire e rafforzare l’efficacia dell’apprendimento in presenza, lo studio a casa e il recupero in itinere degli studenti. Il blog diventa il luogo in cui il docente inserisce i contenuti da lui mediati da offrire ai propri allievi, un luogo che può essere arricchito con contenuti multimediali per rafforzare l’efficacia dell’apprendimento, ma in un sito è possibile inserire sistemi di e-learning che offrono allo studente strumenti per verificare in autonomia le competenza raggiunte e quindi autovalutazione durante il processo di apprendimento.

Per il docente il blog diventa un luogo per mantenere un diario di tutte le attività svolte con i propri allievi ed uno strumento per ampliare e migliorare il proprio piano didattico.

La creazione invece di un blog di classe, in cui gli allievi sono chiamati alla produzione dei contenuti, consente di potenziare l’interazione e il lavoro tra i gruppi di studenti, ogni allievo può diventare un produttore attivo di conoscenza condivisa e trattandosi di ambienti aperti al confronto con altri coetanei è possibile sviluppare senso di responsabilità, migliorare le capacità comunicative, critiche e di scrittura creativa.

Durante il corso verranno fornite le competenze necessarie per inserire all’interno di un sito tutti gli elementi dinamici che concorrono ad una gestione on-line della classe, dalla gestione alla valutazione. Per ogni piattaforma verranno prese in analisi le azioni tipiche di gestione: scrittura di post in cui sono presenti contenuti testuali, immagini e video, creazione di biblioteche, creazione sondaggi, creazione di test, assegnazione compiti, gestione di calendari attività.

Verranno fornite indicazioni relative alla creazione blog di classe e alle modalità di scrittura collaborativa tra allievi.

Saranno fornite inoltre indicazioni in merito alla reperibilità gratuita e a pagamento di spazio su cui allocare pagine web e la procedura necessarie per la registrazione di un dominio internet.

Programma e punti tematici

WordPress

  • Introduzione al CMS WordPress
  • Differenza tra WordPress.com e WordPress.org
  • La bacheca o dashboard di WordPress
  • La barra degli strumenti di WordPress
  • Impostazioni generali di WordPress
  • I temi grafici di WordPress
  • Estendere le funzionalità con i plugin
  • Installare e configurare un tema di WordPress
  • Come usare Gutenberg e l’editor standard
  • Aggiungere utenti
  • Creare la pagina Home e la pagina Blog su WordPress
  • Creare un menù
  • Creare pagine
  • Creare link interni ed esterni al sito
  • Creare categorie e tag
  • Inserimento di Widget nella Sidebar e nel Footer di un sito
  • Creare e gestire articoli

Google Site

Come utilizzare Google Sites

  • Creare, rinominare o copiare un sito
  • Modificare l’aspetto del sito
  • Eliminare o ripristinare un sito
  • Confronto tra la versione classica e la nuova versione di Sites
  • Requisiti di Google Sites

Creare

  • Creare, rinominare o copiare un sito
  • Aggiungere, eliminare e organizzare pagine
  • Requisiti di Google Sites

Modificare, condividere e pubblicare

  • Aggiungere o modificare testo e immagini
  • Aggiungere file Google, video e altri contenuti
  • Modificare l’aspetto del sito
  • Eliminare o ripristinare un sito
  • Pubblicare e condividere il proprio sito
  • Invitare altre persone a modificare il sito
  • Aggiungere gadget, script e altro ai siti della versione classica di Sites
  • Utilizzare un URL personalizzato per il tuo sito

Analisi, accessibilità e risoluzione dei problemi

  • Utilizzare Analytics con il sito
  • Rendere un sito più accessibile
  • Utilizzare Google Sites con uno screen reader
  • Scorciatoie da tastiera per Google Sites
  • Risoluzione dei problemi con Google Sites

Nuova versione e versione classica di Sites a confronto

  • Convertire un sito nella nuova versione di Sites
  • Confronto tra la versione classica e la nuova versione di Sites
  • Effetti della conversione di un sito

Inclusione di elementi

  • Integrazione della pagine web con elementi creati con altri prodotti Google
  • Integrazione con Google Classroom

Wix

  • Creare e gestire un blog con WIX
  • Utilizzo dell’editor grafico
  • Creazione di un account gratuito
  • Scelta di un template grafico per il sito
  • Inserimento di video testi ed immagini
  • Inserimento di articoli
  • Gestione ed inserimento nel sito di gallerie multimediali
  • Gestione di accesso all’editing delle pagine

Blogger

  • creazione del blog e scelta del nome
  • modifica delle impostazioni predefinite
  • modifica degli aspetti grafici del sito (il tema)
  • la modifica della struttura: il layout
  • registrazioni del dominio di 2° livello
  • impostazione del dominio con reindirizzamento corretto
  • come fare il backup:
    • del blog
    • dei contenuti
  • creazione del post con elementi testuali, immagini e video
  • creazione di pagine
  • creazione di menù
  • inserimento di collegamenti ai social
  • modifica del profilo amministratore visualizzato
  • modifiche al codice HTML per la personalizzazione del blog

Edublog

  • Iscriversi ad Edublog e registrare il blog didattico
  • Accedere al blog
  • Usare la dashboard
  • Pubblicare il primo post
  • Modificare post pubblicati
  • Post vs. pagine
  • Pubblica una nuova pagina
  • Modificare una Pagina
  • Informazioni sulla pagina
  • Cambiare il titolo del blog
  • Cambiare tema grafico al blog
  • Gestire elementi multimediali nel blog: immagini, video, codice incorporato
  • Gestire post e pagine di classe

Date del corso

Saranno svolti 4 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 8 ore di formazione

  • Giovedì 24 ottobre 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Venerdì 25 ottobre 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Lunedì 28 ottobre 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Mercoledì 30 ottobre 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00

Per maggiori informazioni sulle modalità di iscrizione vi rimando alla pagina sul sito di Tecnica della Scuola.

Articoli simili:

Pubblicato in corsi | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

BBC micro:bit holder per 10 schede

Puntata n. 2 – Cronache estive
Pulizie di inizio estate

La scrivania straborda di appunti, relazioni, stampe 3D. La pila di vecchi compiti ed esercizi sovrastata dall’oscilloscopio usato come fermacarta. Afferro la pila di appunti e sento una fitta alla mano, come se 10 vespe si fossero accanite su di me, ovviamente nulla di così pericoloso, solamente i piedini appuntiti di un serie di circuiti integrati della famiglia 74XX riposti in una busta di carta e per qualche assurdo motivo collocati all’interno dei compiti…. maledette porte logiche! 🙂

Basta! Si svuota l’intero studio e si fa ordine!
La buona volontà viene minata dal figlio, che di fianco alla mia scrivania, occupato nella preparazione dell’orale di Fisica 1 al Politecnico, si lascia sfuggire sottovoce: “si si ci credo proprio”,

i figli “so piezz e core”.

Procediamo con ordine,
ho individuato la scatola che contiene i kit micro:bit si trova ancora nell’ingresso di casa nella medesima posizione lasciata più di 10 gg fa dopo l’ultima lezione che ho svolto presso una scuola di Torino.

Micro:bit in disordine, cavi usb sparpagliati, no! No non è modo!

Se Giovanna (moglie) rientra e la trova ancora li mi costringe a dare il bianco in tutta la casa.

Ma che bello sarebbe se le schede fossero tutte riposte ordinatamente allineate nella valigetta,
ecco che il “diavoletto perditempo” sta prendendo il sopravvento…
lo sapevo! Lo sapevo!

Quasi quasi mi invento qualcosa in 5 minuti per sistemare le mie schede.

Seduto alla scrivania, in compagnia di un bicchiere di acqua e limone con ghiaccio, incomincio a disegnare,
da qualche parte bisogna pur incominciare
e poi avrò il diritto di un momento di pausa?

Il diavoletto perditempo ha vinto! 🙂

Figlio: papàaaaa che stai a fà!
Io: pensa al tuo esame! Io mi sto rilassando!
Figlio: ma non avevi appena incominciato a mettere ordine?

e dopo 5 minuti di pausa, iterati 4 volte, ho generato questo semplice supporto per 10 schede micro:bit che condivido con voi su Thingiverse.

Ora vado a metter ordine 🙂

Buon Making a tutti.

Articoli simili:

Pubblicato in micro:bit | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

I miei corsi per La Tecnica della Scuola – Google Apps per la didattica – settima edizione

Parte oggi la 7′ Edizione del corso sulle Google Apps, tra i corsi che svolgo on-line è tra i più richiesti. In ogni edizione aggiungo esempi pratici per un uso in campo didattico e in quest’ultima edizione mostrerò ulteriori tecniche per la ricerca su web, modalità di creazione di libri multimediali, utilizzo delle nuove funzionalità di Google Classroom, realizzazione di Google form per la valutazione di esperienze di laboratorio e per la realizzazione di compiti in classe, organizzazione e pianificazione attività lavorative con  Gmail e Keep, realizzazione di un E-portfolio e molto altro.

Destinatari: tutti i docenti e i dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado

Saranno svolti 5 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 10 ore di formazione

  • Giovedì 20 giugno 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Martedì 25 giugno 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Mercoledì 26 giugno 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 27 giugno 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00
  • Venerdì 28 giugno 2019 – dalle ore 17.00 alle 19.00

Per maggiori informazioni sui punti tematici, obiettivi e modalità di iscrizione seguire il link.

Articoli simili:

Pubblicato in corsi | Contrassegnato , | Lascia un commento

BBC micro:bit: usare WebUSB

Una delle operazioni che ritengo più noiose quando si programma con micro:bit è quella del trasferimento del programma sulla scheda che prevede: il download del programma sul proprio PC, la connessione della scheda al PC ed il trasferimento sulla scheda.

Come molti utenti Windows sapranno, da qualche mese è possibile utilizzare una versione locale sul proprio PC dell’IDE di Programmazione, ciò però non è possibile per gli utenti MacOS e Linux.

Ne avevo dato notizia qualche tempo fa: BBC micro:bit – Disponibile Javascript Blocks in versione standalone per Windows 10

Esiste un’altra modalità che permette di accelerare le operazioni di download ed esecuzione del programma sulla scheda reale, è quella che fa uso della funzionalità WebUSB utilizzabile su qualsiasi sistema operativo che sia dotato dell’ultima versione di Chrome: Chrome 65+ per Android, Chrome OS, Linux, macOS e Windows 10.

E’ indispensabile inoltre che sul micro:bit sia presente una versione del firmware aggiornata, uguale o superiore alla versione 249.

Trovate indicazioni sul sito di riferimento: Updating your micro:bit firmware

In un mio precedente post avevo descritto la procedura di aggiornamento del firmware: BBC micro:bit – Come aggiornare il firmware

Nel momento in cui scrivo l’ultima versione disponibile è la 253

Procedura per utilizzare WebUSB

Passo 1

Connettere il micro:bit al vostro computer attraverso un cavo microUSB.

Passo 2

Aprire un nuovo progetto.

Passo 3

Aprire il menù “More…” collocato in alto a destra, identificato dall’icona di un ingranaggio.

Passo 4

Selezionate la funzione “Pair device”.

Si aprirà una finestra, fate click sul pulsante “Pair device”:

Passo 5

Selezionate BBC micro:bit CMSIS-DAP o DAPLink CMSIS-DAP dalla lista.

Passo 6

Fate click su “Connect”

Avrete percezione che il pairing ha avuto esito positivo quando verrà visualizzato il messaggio: “Device paired! Try downloading now.”

Passo 7

Per eseguire il programma sulla scheda reale sarà sufficiente fare click sull’icona “Download” che effettuerà direttamente il download sulla scheda ed eseguirà immediatamente il programma.

Una grande comodità che vi invito ad utilizzare.

Buon Coding a tutti 🙂

 

Articoli simili:

  • Non sono presenti articoli simili.
Pubblicato in micro:bit | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

5 minuti da maker: supporto per potenziometro e manopola

Durante le sperimentazioni con Arduino per comprendere la gestione di sensori analogici in tensione si fa uso di potenziometri o trimmer e nel medesimo modo si può procede quando si conducono esperimenti con i PLC.

Per rendere più agevole e veloce la realizzazione delle esperienze di laboratorio, ho realizzato un supporto per potenziometro con manopola, il tutto da fissare su una basetta di legno.

I potenziometri utilizzati hanno un albero con diametro da 6 mm.
La manopola è fissata all’albero del potenziometro mediante una vite M3 da 8 mm di lunghezza.

Condivido questo semplice progetto su thingiverse.
In fase di realizzazione una versione da pannello da alloggiare su guida DIN, condividerò nel breve.

Buon Making a tutti 🙂

Articoli simili:

Pubblicato in elettronica, Stampa 3D | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Coding a scuola con BBC micro: scatolotto:bit

Condivido la scheda di lavoro per la realizzazione di un’attività di Coding con micro:bit che utilizzo durante i miei corsi di formazione per scuole medie ed elementari e durante la formazione per docenti. L’attività è stata sperimentata con allievi di quarta elementare. Attualmente sono in fase di preparazione schede di lavoro per studenti di 3′ media in cui scatolotto:bit diventa sensibile al tocco ciò viene realizzato mediante l’utilizzo di nastro di rame adesivo e inchiostro conduttivo.

L’obiettivo dell’attività è quello di utilizzare come sistema di input il giroscopio e l’accelerometro della scheda.

OBIETTIVO: realizziamo il nostro primo robot con una scatola e facciamolo reagire alle sollecitazioni esterne

PASSO 1

Cancellare l’istruzione forever trascinandola sulla sezioni istruzioni oppure click con tasto destro sull’istruzione e successivamente “Delete Block”

PASSO 2

Dalla sezione Basic selezionare l’istruzione “show leds” trascinatela nell’area di programma all’interno del blocco “on start” e disegnate una faccina che ride:

PASSO 3

Dalla sezione Input selezionare l’istruzione “on shake” e trascinatela nell’area di programma

PASSO 4

Dupilcate quattro volte l’istruzione “on shake” e dal menù a discesa selezionate: “logo down”, “screen up”, “logo up”, “free fall” ed inserite all’interno di ciascuna il disegno di un quadrato, di una faccina triste, di una faccina indifferente, una faccina che ride ed un quadrato grande, così come appare nelle immagini che seguono:

PASSO 5

Fate click su Download per trasferire il programma sul micro:bit

PASSO 6

Inserite il micro:bit all’interno di una scatola e per rendere più stabile il tutto, con dello scotch fissate la batteria ed il microbit come indicato nell’immagine, fate attenzione a non incollare lo scotch sopra la scheda

PASSO 7

Collegate la batteria al micro:bit e provate a muovere il vostro piccolo robot. Ricordate di personalizzare il robot con colori oppure incollando oggetti, potreste ad esempio aggiungere delle braccia e delle gambe, oppure realizzare dei capelli con del filo di lana.

PASSO 8

Aggiungiamo la funzione che aggiunge una faccina triste rivolta a destra e a sinistra quando il robot viene ruotato di 90° a destra o a sinistra. Al programma precedente aggiungere le istruzioni:

Programma completo

Proposte di esercizio

Prerequisiti

Aggiungere un piccolo altoparlante, in alternativa le cuffie del cellulare e collegarlo come riportato nell’immagine che segue tra il contatto 0 e il contatto GND del micro:bit

Esercizi

  • Far emettere una melodia musicale quando si avvia il micro:bit
  • Far emettere una nota musicale diversa per ogni posizione del micro:bit

Suggerimento

Per rendere più agevole l’utilizzo in classe, allego questa scheda di lavoro impaginata in formato PDF.

scheda di lavoro – scatoletta:bit (PDF)

Buon Coding a tutti 🙂

Articoli simili:

Pubblicato in corsi, micro:bit | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Nuova famiglia Arduino Nano

Ricevo e volentieri pubblico la rassegna stampa di Arduino.cc in cui viene presentata la nuova famiglia di Arduino Nano.

New Arduino Nano family

Small, iconic, powerful. An affordable, robust, compact and easy to program board’s family, with Arduino ‘signature’ quality.

Maker Faire Bay Area, May 17th 2019, Arduino announces the new Nano family.
Designed with makers in mind, the new Nano family offers affordable boards for everyday projects. Retaining  Arduino quality and reliability they make it easier than ever to turn your project ideas into a reality. They are  compatible with classic Arduino boards, have low energy consumption and more powerful processors.

New Nano family is composed by 4 boards:

  • Arduino Nano Every – perfect ​for everyday projects.
  • Arduino Nano 33 IoT – small, secure and IoT connected.
  • Arduino Nano 33 BLE – small, low-power, and Bluetooth connected.
  • Arduino Nano BLE Sense – small, low-power, and Bluetooth connected with a wide range of on-board sensors.

For makers who want to prototype compact projects, the Arduino Nano offer a small and powerful solution,  affordable for everyone, but with the Arduino quality our users deserve. Because every project counts.

Massimo Banzi – co-founder of Arduino – commented: ​“The new Nano’s are for those millions of makers who  love using the Arduino IDE for it’s simplicity and open source aspect, but just want a great value, small and powerful board they can trust for their compact projects. With prices from as low as $9.90 for the Nano Every,  this family fills that gap in the Arduino range, providing makers with the Arduino quality they deserve for those  everyday projects”.

A focus on new boards

Arduino Nano Every
The Arduino Nano Every is a miniature sized module based on the Microchip ATMega4809 microcontroller. The  board can be used in a breadboard when mounting pin headers, or as a SMT module directly soldered on a PCB  thanks to its castellated pads. It’s a compact workshorse, that can replace the classic Arduino Nano in all  projects where users need more capabilities. An ATSAMD11 (with Arm Cortex M0+ processor) acts as a high  performance USB to serial converter that could re-programmed by skilled users to achieve even more.

Arduino Nano 33 IoT
The Arduino Nano 33 IoT is a miniature sized module containing an Arm Cortex-M0+ processor based ATSAMD21  microcontroller, a WiFi+BT module based on Espressif ESP32, a 6-axis IMU, and a crypto chip which can securely  store certificates and pre shared keys. The board can either be used in a breadboard, or as a SMT module,  directly soldering it via the castellated pads. An ATSAMD11 Arm Cortex-M0+ processor acts as a high  performance USB to serial converter that could re-programmed by skilled users to achieve even more. The board is compatible with Arduino IoT Cloud.

Arduino Nano 33 BLE
The Arduino Nano 33 BLE is a miniature sized module containing a ublox NINA B306 module, based on Nordic  nRF52480 and containing an Arm Cortex-M4F and a 9-axis IMU. The module can either be mounted as a DIP  component, or as a SMT component, directly soldering it via the castellated pads.

Arduino Nano BLE Sense
The Arduino Nano 33 BLE Sense is a miniature sized module containing a ublox NINA B306 module, based on  Nordic nRF52480 and containing a powerful Arm Cortex-M4F and a large set of sensors. The module can either  be mounted as a DIP component, or as a SMT component, directly soldering it via the castellated pads. Built for low power consumption, Nano 33 BLE Sense is designed for environmental sensing (barometer, humidity,  temperature, light) and human interface applications thanks to the embedded microphone and proximity/gesture sensor.

The Arduino Nano family is available in pre-order. Arduino Nano Every and Arduino Nano 33 IoT are available from  mid June. Arduino Nano 33 BLE and Arduino Nano BLE Sense are available from mid July.

[press release]

Articoli simili:

  • Non sono presenti articoli simili.
Pubblicato in arduino | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento