VIPER, la suite made in Italy per la programmazione degli oggetti intelligenti, è disponibile online

VIPER

Come di consueto riservo questa parte dell’anno alla progettazione didattica e formazione personale in modo da impostare nuovi argomenti o soluzioni a problematiche riscontrate durante le mie attività di formazione.

E’ da tempo che desideravo proporre un’alternativa all’insegnamento della programmazione e dell’automazione, detta usando la frase del momento 🙂 “interazione con il mondo reale (IoT)” da proporre ai miei studenti. L’idea è quella di proporre una soluzione basata sul linguaggio di programmazione Python che come sicuramente saprete ben si adatta in ambito didattico.
Da circa un mese ho incominciato a costruire un manuale “semplice” su Python estremamente pratico però avevo la necessità di trovare una soluzione altrettanto facile e coinvolgente che potesse in qualche modo permettermi, usando Python, di interagire con il mondo reale.
Fortunatamente negli scorsi giorni sono stato contattato direttamente dalla startup italiana Viper, nella persona di Gabriele Montelisciani, che ringrazio e che mi segnalava il rilascio della prima versione della piattaforma di programmazione che permette di programmare nel semplice linguaggio Python la maggior parte delle schede a 32bit attualmente presenti sul mercato compreso Arduino.
L’anello mancante al mio nuovo progettare 🙂 che sperimenterò intensamente.

Qualche dettaglio in più su Viper che vi invito a sperimentare.

La startup italiana VIPER ha rilasciato lo scorso 24 giugno la prima versione della sua nuova piattaforma di programmazione. La campagna di raccolta fondi su Kickstarter, conclusasi con successo lo scorso Marzo, ha permesso di ultimare lo sviluppo del prodotto.
VIPER è una suite di sviluppo multipiattaforma (Linux, Windows e Mac) che permette di programmare nel semplice linguaggio Python la maggior parte delle schede a 32bit attualmente presenti sul mercato: sia le schede professionali basate su chip 32bit, che le schede di prototipazione più note al momento come Arduino DUE, UDOO, Particle e ST Nucleo.
L’idea è stata concepita dopo aver condotto alcune dettagliate analisi di mercato, dove il team ha scoperto che designers, “makers” e programmatori si trovano quotidianamente ad affrontare le stesse sfide di semplificazione e ottimizzazione dei processi di sviluppo di nuovi prodotti interattivi. VIPER nasce quindi dall’esigenza di ottimizzare tali processi, attraverso un’interfaccia web per gestire e programmare le schede, una macchina virtuale “real time” e una vasta libreria di funzioni pronte per l’uso. La suite include inoltre un’App per mobile che permette di controllare gli oggetti VIPER attraverso gli smartphone senza dover sviluppare nessuna applicazione mobile. Il tutto è già “nativamente connesso al cloud”. Tale configurazione permette di ridurre tempi ed energie per lo sviluppo.

Con poche righe di codice, gli utenti possono sviluppare una vasta gamma di applicazioni del mondo dell’internet degli oggetti, che vanno dalla domotica al fitness, dalla robotica alla nautica, dalle applicazioni industriali ai controlli manutentivi da remoto, fino all’agricoltura intelligente. Per il consumatore finale ciò si traduce nella possibilità di collegare e comandare le smart TV, le lampade intelligenti, i termostati di nuova generazione, ma anche di sincronizzare le sveglie con la macchina da caffè, la lavatrice, l’aspirapolvere.
La campagna Kickstarter ha dato ottimi risultati, oltre 400 utenti da 25 paesi diversi hanno creduto in Viper. Ora la suite diventa disponibile in modalità opensource per tutti gli interessati allo sviluppo di soluzioni non commerciali, nonché a provarne le potenzialità anche nel campo della formazione.

VIPER è disponibile per il download al sito ufficiale.

Buona sperimentazione a tutti!

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in arduino, elettronica, programmazione e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a VIPER, la suite made in Italy per la programmazione degli oggetti intelligenti, è disponibile online

  1. toti56 scrive:

    Illustrissimo Ing. Maffucci,
    In primis, voglio ancora complimentarmi con Lei per gli ovvi impegni che sicuramente dovrà affrontare per poterci istruire oltre alle sue classi(Noi siamo suoi alunni on-line) Pensa di fare qualche accenno/approfondimento alle leggi di Kirchhof.???
    Lieto di un gradito riscontro.
    Buon lavoro.
    Toti56

    • admin scrive:

      Gentilissimo,
      assolutamente sì.

      Sono molte le mail di utenti che mi chiedono di proseguire il corso di elettrotecnica ed elettronica.
      Non è certamente abbandonato e continuerò a pubblicare ulteriori lezioni nelle prossime settimane.

      Perdoni se le uscite non sono costanti, ma la grandissima quantità di mail di richieste di aiuto che mi giungono uniti agli impegni lavorativi mi hanno costretto negli scorsi mesi a rallentare la pubblicazione di diversi articoli in bozza.

      Le prometto che farò il possibile.

      Un sincero grazie per aver utilizzato quanto ho scritto.

      Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.