Arduino

Ultimo aggiornamento 27.03.2014

In questa pagina sono raccolte tutte le risorse su Arduino, tutorial, esperimenti, lezioni.

Le mie lezioni online su Arduino 2009/Arduino UNO (un corso in costruzione per i miei allievi)

Appunti di programmazione

Alfabeto di Arduino. Corso per docenti delle scuole superiori a.s. 2013/14 (marzo 2014)

Slide del corso: Introduzione all’uso di Arduino. Corso di Alternanza Scuola Lavoro. a.s. 2010-2011
Queste slide sono state utilizzate per le mie lezioni a scuola, e sono da considerare di supporto alle lezioni on-line.

Le mie lezioni online su Arduino LilyPad (un corso in costruzione … sempre per i miei allievi)

Installare Arduino su Ubuntu

Articoli e commenti interessanti in merito ad Arduino (su questo sito):

Libri (free):

Libri (buy)

73 risposte a Arduino

  1. Pingback: Michele Maffucci » Blog Archive » Nuova sezione Arduino

  2. Pingback: Michele Maffucci » Blog Archive » Libri e risorse Arduino

  3. Pingback: Arduino Duemilanove - Vocescuola

  4. Pingback: Arduino che passione: risorse per l’insegnamento e documentario | Michele Maffucci

  5. Pingback: Vocescuola » Blog Archive » Arduino che passione: risorse per l’insegnamento e documentario

  6. Ruben scrive:

    Mi sono affacciato solo oggi al mondo Arduino dopo decenni in cui ho fatto molte cose tranne programmare.
    Un insegnante che si preoccupa di definire ogni piccolo passo che fa ed ogni termine non può che essere molto bravo.
    Appena metterò le mani su una scheda sono sicuro che riuscirò ad applicare i dati
    Intanto grazie
    Ruben

  7. Antonio scrive:

    Ho appena aggiunto il tuo sito tra i preferiti! Sono un programmatore (di recente sto lavorando su iOS) ma non ho alcuna nozione di elettronica… Da poco mi sono avvicinato al mondo di arduino perchè ho in mente di realizzare un progetto (che conto di poter condividere quando sarà pronto).

    Sto leggendo documentazione a non finire, merito anche della filosofia che sta dietro all’open source che consente di condividere il sapere per la pura passione per l’apprendimento (software o hardware poco importa) e volevo complimentarmi con te per il blog pieno di contenuti!

    Grazie ancora e spero di riuscire nell’impresa anche grazie ai tuoi tutorial :).

    • admin scrive:

      Grazie Antonio sono molto contento che le informazioni che hai trovato su questo blog possano esserti di auto per il tuo lavoro. Per me è utile sapere che ciò che scrivo ha valenza didattica, mi consente di migliorare ed ottimizzare le lezioni che svolgo per i miei studenti a scuola… e non ultimo mi spinge ad esplorare nuove frontiere nella sperimentazione elettronica :-)
      Appena hai realizzato qualcosa fammi sapere, mi farebbe piacere conoscere e studiare le tue sperimentazioni e segnalarle anche sul mio blog.

      Ancora grazie.
      Saluti.

  8. giacomo scrive:

    Buongiorno

    Volevo complimentarmi con lei per il suo ottimo lavoro.
    I suoi studenti sono molto fortunati.

    Grazie

    Distinti saluti

  9. Marcello Cherchi scrive:

    Ciao insegno Lab. di Sistemi ed Automazione presso un Tecnico Industriale, ti invio un sincero ringraziamento per il materiale che metti a nostra disposizione. Nel breve futuro spero di poterti inviare qualche ulteriore applicazione realizzata da alcuni miei allievi, sopratutto con ArduinoNet.

    • admin scrive:

      Ciao Marcello, grazie a te per aver utilizzato i miei appunti ne sono felice. Mi farebbe enormemente piacere mettere in evidenza i lavori realizzati dai tuoi studenti, fammi sapere quando disponibili.

      Grazie ancora.
      Saluti.

  10. vincenzo scrive:

    ciao, sono un ragazzo di 13 anni che adora l’elettronica. grazie ai tuoi appunti sono riuscito a capire come programmare arduino e sto impiegando i miei pomeriggi a costruire un sistema di giroscopi. Volevo chiederti se potevi postare una lezione sull’uso di questi e magari degli accelerometri.
    grazie mille

    • admin scrive:

      Ciao Vincenzo
      grazie a te per aver usato i miei appunti, mi fa piacere ed essendo tu uno studente è per me estremamente importante il tuo giudizio, mi fa capire se sto facendo bene il mio mestiere.

      Cercherò di realizzare nel breve una lezione sugli accelerometri, se ti è possibile fammi capire che tipo di progetto stai portando avanti in modo che io possa esserti ancor più di aiuto.

      Un caro saluto.

      • vincenzo scrive:

        grazie e complimenti per il sito.
        sto lavorando su un velivolo simile ad un ragno a sei zampe comandate via servo e dotato di tre rotori per gli spostamenti aerei. ho necessità di capire come funzionano in uno sketch i giroscopi e gli accellerometri(non so come regolarmi perché non conosco come arrivano i dati ad arduino), per riuscire a costruire un sistema auto stabilizzante.

        complimenti per il sito

  11. dany scrive:

    salve,
    sono un ragazzo appassionato di elettronica e ho scoperto per caso arduino.
    Ho trovato molto interessanti le sue prime lezioni ma siccome che di programmazione non sono forte (quasi nulla) faccio un po di fatica nei progetti più complessi di un motore passo passo.Ho comprato “IL MANUALE DI ARDUINO” di Maik Schmidt e ho provato a ripartire da zero pensando che ero una vera schiappa ma con quel libro anche i primi codici più semlici non mi funzionano (mi danno una serie di errori)….
    Potrebbe darmi una mano???
    La ringazio.

    • admin scrive:

      Ciao Danny

      Ottimo l’acquisto del libro “IL MANUALE DI ARDUINO” di Maik Schmidt consigliato anche ai miei studenti.
      Per quanto riguarda i problemi che stai trovando dovresti darmi qualche informazione in più, fammi sapere quali sono i messaggi di errore che ti vengono restituiti. Tieni in conto che i primissimi errori che si commettono si riferiscono al non aver selezionato correttamente dal menù Tools->Board la scheda corretta o ancora da Tools->Serial Port la porta seriale (USB) corretta.

      Fammi sapere.
      Saluti

      • cloc3 scrive:

        :) esatto.

        nel mo sistema la porta esiste correttamente:
        cloc3@s939 ~ $ ls -l /dev/ttyACM0
        crw-rw—- 1 root usb 166, 0 28 giu 18.14 /dev/ttyACM0

        il mio utente appartiene al gruppo usb (e anche ai gruppi tty, uucp e dialout di cui ho letto in altri howto).
        ho impostato le preferenze così:
        cloc3@s939 ~ $ grep ttyACM0 .arduino/preferences.txt
        serial.port=/dev/ttyACM0

        tuttavia, quando lancio il programma arduino, la porta non è presente nel menù strumenti.
        uso una installazione gentoo.
        che cosa posso fare?

  12. dany scrive:

    La ringrazio del suggerimento pare che per ora vada bene l’errore pare che era proprio quello….. ero così preoccupato a capire il codice che nn mi sono accorto dei settaggi piu’ banali!
    Grazie ancora per la velocità della sua risposta, continuo lo studio su arduino e se sono in difficoltà la ricontatterò.
    alla prossima….

  13. Paolo scrive:

    Buongiorno professore, sono un appassionato di robotica ma il tempo tiranno mi ha sempre tenuto troppo distante dal poter essere soddisfatto ed entusiasta delle mie riuscite. Ora mi sono ripromesso di portare a termine un progetto che risale a tantissimo tempo fa. Sto facendo i primi test e già mi ritrovo con grossi problemi da risolvere. Ho acquistato una bussola elettronica (CMPS03 dalla RobotItaly) e volendo usare il segnale PWM che restituisce non riesco a capire come elaborare questo tipo di segnale. Vorrei utilizzare questo segnale con ARDUINO UNO ma non riesco a scomporlo per ottenere effettivamente l’angolo. Potrebbe aiutarmi???…Grazie e complimenti per le sue efficacissime spiegazioni.

  14. Carmelo scrive:

    salve
    sono un appassionato di elettronica e ho scoperto da poco Arduino e le sue fantastiche lezioni. Premetto che non sò nulla di programmazione e con gli impegni lavorativi e familiari il tempo a disposizione è veramente poco. avrei bisogno di un picolo aiuto. sto cercando di cimentarmi nella modifica di una vecchia centralina di allarme, che mi dà non pochi problemi. avendo una zona con più sensori in serie, e sovente di inizia a suonare per falso allarme ma non riesco a capire quale sia il sensore che genera l’evento. ho realizzato una semplice memoria di eventi a led con arduino.
    e successivamente trasformarlo in LCD
    ma i miei tentativi non hanno raggiunto lo scopo prefissato.
    ecco le condizioni:
    quattro sensori, (che ho provveduto a separare dalla serie per renderli indipendenti) quindi quattro input nella scheda arduino.
    quattro led che ne rappresentino lo stato, quindi quattro output.
    con allarme disinserito, i led si accendono se i rispettivi sensori rilevano la presenza di una persona e si rispengono dopo 1 secondo, e fin qui nessun problema.
    nella condizione successiva: con allarme inserito il led del relativo sensore che ha generato l’allarme deve rimanere acceso, fino a quando non viene premuto il tasto reset, anche dopo la disattivazione dell’impianto.
    Perchè a me capita che dopo essere entrato in casa e disabilitato l’impianto automaticamente vengono resettati gli eventi, in quanto adesso arduino esegue il programma di disabilitazione.
    attualmente per ingannare arduino ho dovuto creare un circuito machiavellico, che in condizione di abilitazione con evento prelevi il segnale dell’output che a sua volta comandi un relè per togliere l’alimentazione dell’input disabilitato, prendere visione degli eventi e agire sul reset per cancellare gli eventi e cosi comunicare ad arduino che da quel momento l’impianto è disabilitato.

    grazie

    se potesse darmi un aiutino ne sarei onorato

  15. raffaele scrive:

    salve sono un vecchio appassionato di elettronica (analogica )- Essendo che ci siamo dovuti convertire sui microcontrollori solo 5 mesi fà sono riuscito finalmente dopo aver tentato con i PIC ,sono passato ad Arduino
    duemilaenove e finalmente ho incominciato a capirlo e sviluppare tutti i tipi di esempi che dava nel softwere, dal led ai motori passo passo
    e i servo perchè il tipo di programmazzione e soprattutto molti esempi erano spiegati
    pure in video e come dicevo sono riuscito a capirci qualcosa.Ovviamente nel mio caso
    riuscivo a modificare quelli già presenti ma in sostanza ero abbastanza sodisfatto perchè su di uno sviluppavo le modifiche creandone dei nuovi. Adesso però mi sono fermato un pò perchè ho una richiesta da farle.Pur avendo letto e capito l’istruzione
    interrupt cosa significa avendola vista in altri programmi qualè il suo scopo non riesco a capire come inserirla avrei bisogno quindi se possibile di qualche esempio o modo di capire. Ci conto molto

    A risentirci e Grazie

    • admin scrive:

      Ciao Raffaele.
      Grazie per avermi scritto e scusami il ritardo nella risposta.

      Ho cercato di darti risposta con il post: Appunti su Arduino: interrupts mettendo insieme le dispense che ho realizzato per i miei allievi, conto di migliorare questa parte con alcuni esempi pratici corredati da filmati.

      Saluti.

  16. Claudio scrive:

    Salve, mi potrebbe dare dei consigli su quale sia il miglior kit di arduino da comprare tra questi suggeriti nel link qui sotto :
    http://www.futurashop.it/carrello_sql/prodotti.asp?cate=ARDUINO&title=SOFTWARE%20E%20SISTEMI%20DI%20SVILUPPO
    la ringrazio in anticipo
    Claudio

  17. francesco scrive:

    salve, volevo farle i complimenti per il suo lavoro e volevo porle alcune domande, mi sono da poco avvicinato a questo mondo e ho visto diversi kit sia in italia che all estero ma non riesco a decidere quale sia il migliore, potrebbe consigliarmi lei un buon kit con un buon rapporto qualità prezzo?
    grazie mille in anticipo
    saluti.
    francesco

  18. David scrive:

    Salve, professore, vorrei farle i miei complimenti per il suo blog e i suoi contenuti, oltre a dirle che i i suoi studenti sonop molto fortunati ad avere un professore come lei.
    Se fosse possibile vorrei sapere se con arduino fosse possibile creare un programma e un’interfaccia di controllo su schermo LCD. Per intenderci…dato che sono un appassionato di informatica, sto moddando il pc, e vorrei creare un pannello lcd personalizzato(simile a questo: http://www.youtube.com/watch?v=HzvT_imxryM&feature=related o a questo: http://www.youtube.com/watch?v=dbyZmHnouBw&feature=related) per controllo temperatura,ventole, core, ram, hdd, ecc e mi chiedevo se fosse possibile farlo con arduino (purtroppo anche se adoro l’elettronica e la robotica, non ho mai studiato nulla in merito, ho lasciato che rimanesse sempre un sogno e forse è ora di realizzarlo, seppur in minima parte).
    Spero mi possa aiutare.

    Grazie per la cortese attenzione.

    David.

  19. Pingback: arduino??? - Pagina 3 - BaroneRosso.it - Forum Modellismo

  20. Fausto scrive:

    Ciao, sono un isegnante tecnico pratico di un istituto tecnico, volevo complimentarmi con te per il materiale che hai pubblicato. Dall’anno scorso ho cominciato con le prime esercitazioni su Arduino, e il tuo sito mi è di grande aiuto per l’avvicinamento a questo gioiellino.
    Grazie

    • admin scrive:

      Ciao Fausto

      Grazie mille, sei gentilissimo.
      Sono veramente contento che ciò che scrivo possa essere di aiuto.
      Cercheró di aggiungere nei prossimi mesi ulteriori appunti e lezioni.

      Un caro saluto.

  21. Sergio scrive:

    Complimenti per il lavoro fatto. Non sapevo nulla sui microcontrollori e pensavo di studiarli, ma non riuscivo a scegliere la strada, ho visto Arduino.
    Poi ho trovato questo suo lavoro e la decisione è stata immediata ho acquistato uno starter kit sul sito di futura elettronica.
    Pian piano procedo a vari esperimenti seguendo le sue lezioni e quanto scaricato dal sito di futura elettronica, modificando ecc..
    Non conoscevo il C ma mi sono subito trovato a mio agio anche se le difficoltà ci sono ma ho visto che sta inziando un corso di C quindi penso di seguirlo.
    Vorrei chiedere maggiori spiegazioni sui servo.
    Mi spiego, ho provato il servo incluso nello starter kit con il programma indicato, ho provato anche con il programma incluso nella libreria servo. NON FUNZIONA
    La porta USB si stacca e si riattacca, fra l’altro impedisce che si inserisca altri prog.
    ( il servo sembra bloccato ha accennato a piccolo movimento poi si stacca la USB)

    Tutto questo mi fa pensare che quando si passa da un esperimento con ardware (A)
    ad un esperimento diverso con ardware (B), al momento dell’accensione collegando Arduino alla USB parte il prog (A) che trova ardware (B) mettendo a rischio Arduino o ardware sbaglio?
    Grazie ancora saluti
    Sergio

    • admin scrive:

      Ciao Sergio.

      Grazie per aver letto i miei appunti.

      Per quanto riguarda il C ti ringrazio, spero possa esserti di aiuto, ti consiglio comunque di aiutarti anche con un buon libro di testo.

      Per quanto riguarda Arduino il programma che viene eseguito da Arduino è l’ultimo che hai caricato nella sua memoria, per i rischi sulla distruzione della scheda certamente dipendono dalla modalità di connessione dei componenti elettronici alla scheda, il più comune degli errori è quando si collega direttamente un qualsiasi piedino I/O impostato con uscita HIGH a GND, guarda il seguente link: http://www.maffucci.it/2012/03/16/tutti-i-modi-per-distruggere-arduino-puntata-1/ mi ripropongo di scrivere altre puntate a riguardo.

      Saluti.

  22. Sergio scrive:

    Scrivo di nuovo per segnalare che ho risolto il problema servo.

    Il fatto che si staccasse la USB penso indichi un sovraccarico sulla alimentazione.
    Allora ho provveduto ad alimentare il servo con alimentatore 5V separato.

    La massa a comune con arduino, e lo stesso alimentato dalla USB.

    La cosa ha funzionato. Il servo fa i 180 g. in un senso e poi viceversa come da programma.
    La corrente che assorbe il solo sevo varia da 80mA a 150mA.
    Il servo è un GOTECK GS-9018.

    Ringrazio per l’attenzione e mi scuso del disturbo.
    Cordiali saluti
    Sergio

    • admin scrive:

      Ciao.

      Se hai un grande assorbimento di corrente da parte di un dispositivo potrebbe accadere.

      La corrente massima erogata dalla usb, teoricamente, dovrebbe essere di 500 mA, se l’assorbimento da parte dei dispositivi collegati aumeta entra in azione un sistema che ne limita la quantità evitando danni ai dispositivi collegati.

      Colleghi Arduino direttamente al computer o attraverso un hub non alimetato esterno?

      Saluti.

  23. Sergio scrive:

    Grazie ancora per le risposte.
    Fino ad oggi ho alimentato Arduino con la USB dal PC.

    A proposito di alimentazione di Arduino sul libro ” Il manuale di Arduino” di Maik Schmidt ho letto ( pag. 7) che si puo alimentare con alimentatore in CA 9V.
    Ho pensato ad un errore nella traduzione e che doveva essere 9V cc.
    In realtà guardando lo schema elettrico di Arduino si vede un diodo ed un condensatore prima del regolatore di tensione.
    Sul sito arduino ufficiale si raccomanda un range da 7 a 12 volt.
    Senza specificare altro.
    Per quelli come me incerti e dubbiosi sarebbe utile una certezza.
    Credo comunque che 9V in cc. vadano bene.
    Cordiali saluti
    Sergio

  24. Justo scrive:

    Salve, complimenti per il suoi lavori, sono davvero rimasto affascinato. Mi avvicino a questo mondo alla veneranda età di 34 anni senza conoscenze specifiche. Lavoro in uno studio di registrazione, e vorrei costruire, con Arduino 2009, una lampada che si accenda quando premo rec con il programma che uso per registrare. Ad inizio registrazione, tramite il protocollo midi, posso inviare ad Arduino un comando specifico che vorrei trasformare in un segnale da mandare ad un relè e conseguentemente alla lampada alimentata a 220V. Riesce a darmi due dritte? La ringrazio anticipatamente.

  25. andrea scrive:

    ciao Ragazzi sto cercando tramite arduino di far aprire dei video con mediaplayer schiacciando un pulsante , Io ho sei pulsanti e sei video , devo in pratica alla pressione di un pulsante dovrebbe avviare un video e se lo rischiaccio si ferma , ovviamente se premo un secondo pulsante mentre il primo pulsante è ancora schiacciato non deve succedere nulla.
    cosi via per sei pulsanti .
    chi mi aiuta non ne riseco ad uscire..

  26. francesco scrive:

    Gentile Michele.
    Ho trovato il pannello display “sure electronics HT1632c” e la scheda Arduino UNO con possibilità di collegamento, ma non so scrivere il programma con il computer. 1° pulsante -> nome es. chiamata. In scorrevole durante 20 secondi.
    Grazie e distinti saluti

  27. Svicolone scrive:

    Buona sera professore. Volevo sottoporle una mia perplessità. Paliamo di Arduino equipaggiato con ATmega328. Parliamo di comando pulseIn e Interrupt.
    Il comando pulsein misura la durata di un impulso e può essere configurato per attendere un certo tempo. Domanda. Se durante la presenza dell’impulso, quindi mentre viene effettuato il conteggio, mi proviene un interrupt, come viene gestita la cosa? Il valore restituito da pulseIn non sarà restituito perchè troncato dall’esecuzione dell’interrupt, oppure, se vero che i pin vengono letti solo tra l’esecuzione di un comando, e il successivo, questo interrupt mi verrà perso?

    Confido in una sua risposta e la ringrazio anticipatamente.
    Mi scuso inoltre se questo quesito dovesse già essere stato postato, ma io non ho trovato nulla in merito.

    Grazie

    cordiali saluti

  28. willy scrive:

    VERAMENTE UN BUON LAVORO ……. anzi direi ottimo non oso pensare il tempo dedicato ma la passione supera sicuramente tutte le difficoltà.
    Vorrei chiedere se è a conoscenza di un progetto o un listato da usare come esempio, per inviare tramite un browser i comandi a ARDUINO UNO oppure 2560 connesso alla LAN che permetta di eccitare 8/9 relais, eventualmente poter leggere valori di alcuni ingressi analogici. Per l’ HW ho tutto implemetato, attualmente uso il sistema messo a punto da domotichome.net ma mi piacerebbe qualcosa che mi permettesse d’interagire maggiormente. Certo di una Sua gradita risposta la Saluto e ringrazio per quello che fa certamente nel più puro spirito dell’ open source. GRAZIE

  29. Gianni scrive:

    Grazie professore anche da parte mia per i suoi appunti….finalmente dopo essermi appassionato ad Arduino e letto gran parte del suo blog mi sono regalato un Arduino2009 e qualche sensore temp/umid DHT111 ho iniziato a sperimentare un po.
    Con enorme soddisfazione ho tirato fuori qualcosa di interessante e soprattutto funzionante……ma purtroppo se alimento il mio progetto con un alimentatore 12V, quindi senza cavo USB……non funziona niente.

    Ancora grazie e complimenti

    • admin scrive:

      Grazie a te Gianni per aver letto i miei appunti.

      Per quanto riguarda il tuo problema di alimentazione se desideri dettagliare, così io o altre persone che leggono queste pagine possono darti un aiuto…

      Saluti.

  30. Thomas scrive:

    Le persone come lei dovrebbero rappresentare il futuro di questo paese non baronetti corrotti e ottusi.
    Grazie.

    • admin scrive:

      Thomas sei troppo buono con me e ti ringrazio.

      Posso solo dirti che ho sempre creduto che un paese può crescere se concentra la sua azione sulla formazione dei cittadini.
      Siamo tutti, con le nostre azioni responsabili e protagonisti del futuro del paese… insieme, un granellino per ciascuno credo che si possa cambiare in meglio.

      Ancora grazie.
      Saluti.

  31. Roberto scrive:

    Sono un fisico, mi accosto per divertimento all’elettronica open source da poco (mi hanno regalato un arduino 2009 e ho sono in attesa di un raspberry); se un giorno dovessi riuscire ad arrivare ad insegnare a scuola, farò tesoro del materiale che ha reso disponibile; per ora userò arduino per staccare mio fratello piccolo dai videogiochi e fargli fare qualcosa di più intelligente che sparare al nemico…
    Credo che lei sia veramente un mito. Fortunati i suoi studenti.

    • admin scrive:

      Ciao Roberto.

      Ottima iniziativa quella di rendere positiva la crescita di tuo fratello, il mio consiglio (scusa se mi permetto, spero di non offenderti) è, indipendentemente dallo strumento che utilizzerai, Arduino o Raspberry, fai in modo tale che tuo fratello abbia ancora più propensione alla scoperta, incuriosiscilo e soprattutto è importante che manipoli e costruisca oggetti e il modo migliore per far capire che si è attori protagonisti del proprio futuro.
      Io ho affrontato questo problema quando mi sono accorto che il motivo principale dell’insuccesso scolastico da parte di molti dei miei allievi nasceva da una carenza di passione in ciò che facevano e in una grande mancanza di curiosità.
      Credo che se l’insegnante si diverte con la disciplina che insegna la propensione da parte dello studente ad apprendere con divertimento aumenti… sicuramente nei confronti di tuo fratello sei sulla buona strada.

      Grazie ancora per aver letto i miei appunti.
      Un caro saluto.

      • Roberto scrive:

        il costume da astronauta di mio figlio piccolo fato di cartone, cartapesta, con una tuta da pittore, MA CON I LED CHE SI ACCENDONO all’avvicinarsi degli “alieni” (sensore ad ultrasuoni HC SR04) è stato un successone…

        grazie di tutto

  32. Aniceto scrive:

    Salve Professore,
    desideravo ringraziarla per aver condiviso con noi il suo davvero eccellente lavoro.
    Io ho avuto degli ottimi insegnanti ma devo dire che lei ha quella marcia in più che è la passione! I suoi ragazzi sono davvero fortunati.

    Grazie ancora,
    Aniceto

  33. arrigo scrive:

    Sono un hobbysta e ho iniziato con Arduino2009 quasi per scommessa. Ora ho tre arduino2009 e cercavo di utilizzare il simulatore che ho preso da http://www.arduino.com.au/Data/SetupF.zip
    vedo però che non mi prende in considerazione le librerie tipo sth11 e ultrasuoni ed inoltre avendo io un 2009 posso usarlo? vedo che non compare ma parte dall’uno
    E’ possibile e vale la pena di cambiare il boot loader ?
    Io per praticità (e pigrizia) uso ancora come sfw arduino0023
    scua la valanga di domande e comunque un sincero complimento per come e quanto ci dedichi di tempo e insegnamento. Arrigo

    • admin scrive:

      Ciao Arrigo.

      Per quanto riguarda Simulator for Arduino, poiché è da un po’ di tempo che non lo uso, non so risponderti subito, devo verificare con i miei studenti, cercherò di risponderti al più presto.

      Grazie per aver usato i miei appunti
      e complimenti per i lavori che hai realizzato ho avuto modo di leggere i tuoi progetti sul tuo sito.

      Saluti.

  34. sangrya scrive:

    salve

    sto cercando di realizzare un rotore per un antenna radioamatoriale con arduino (premetto che sono a zero per quanto riguarda programmazione) volevo chiederti se potevi aiutarmi, quello che vorrei fare sono le seguenti cose:
    1) controllare uno switch di antenna con arduino , si tratta solamente con un bottone alimentare o disalimentare un relè a 12 v che metto sul tetto ( ho già il relè a 12v e la scheda per arduino con i relè alimentati a 5 V per capirci quella con due relè color blu)
    2) a breve costruirò un rotore d’antenna ( non è altro che un motore di una porta di un garage a cui attacco un motoriduttore ( per ridurre i giri e per convertirmi la rotazione dall’asse x all’asse y) a cui collegerò l’antenna e sopra alla scatola dei contatti installerò un giroscopio ( quello per arduino , in una bella scatola ermetica, e attaccherò il giroscopio alla scheda TinkerKit apposita).
    La cosa che vorrei poter fare con la seconda parte è questa:
    inserire l’angolo a cui mi serve far girare l’antenna ( magari con una semplice interfaccia grafica, senza che debba tutte le volte entrare nel codice e cambiarlo) e il motore in base ai dati che gli fornisce il giroscopio giri in senso antiorario o orario a seconda della posizione a cui si trova e faccia girare il motore fino a quando non arriva nella posizione che mi serve, e sempre se è fattibile poter con due pulsanti poter muovere il motore anche in maniera manuale.

    Ultima cosa vorrei che i dati del giroscopio mi vengano proiettati su uno schermetto lcd che mi è stato fornito insieme all’arduino.

    grazie mille a chi mi può aiutare

  35. ronfolo scrive:

    salve,
    mi piacerebbe riuscire a leggere i caratteri che precedentemente ho scritto su un display 2×16 compatibile hitachi.
    qualcuno ha idea di come muoversi?
    grazie

  36. Vincenzo scrive:

    salve,
    avrei bisogno di un piccolo aiuto sul calcollo dell’assorbimento di arduino. Ho collegato 2 miniservo motori e alcuni led ad arduino e vorrei alimentare il tutto con una batteria da 12v 2A come posso calcolare per quanto tempo (in media) il mio circuito rimanga funzionanate al 100%?

    • admin scrive:

      Se desideri fare un calcolo approssimato sull’assorbimento del tuo progetto devi tenere in conto sia dell’assorbimento della scheda Arduino e sia dei dispositivi ad esso collegati (shield, componenti, motori, ecc…), quindi la verifica dell’assorbimento di corrente deve essere fatto quando hai collegato tutti i tuoi componenti alla scheda Arduino.

      Per valutare la quantità di corrente assorbita devi porre in serie alla sorgente di alimentazione (batteria) un multimetro in modalità amperometro, sul display del multimetro leggerai la corrente assorbita dal tuo progetto.

      Per valutare per quanto tempo potrai alimentare potrai in modo approssimato, supponendo che la corrente assorbita sia costante nel tempo, fare il rapporto tra la quantità di corrente erogata per ora dalla tua batteria (nel tuo caso 2000 mAh) e l’assorbimento del tuo circuito (espresso in mA), cioè:

      D = X/Y

      dove:

      D: durata (ore) di funzionamento
      X: X ampere per ora (Ah), nel tuo caso 2000 mAh
      Y: assorbimento del tuo circuito (che misurerai con il tuo multimetro)

      Ciao.

  37. coluigi scrive:

    Gentile Michele Maffucci,
    avrei intenzione di realizzre un controllo delle pompe i una caldaia apellet con visualizzazione delle temperature di mandata e ritorno oltre a quelle esterne e a quella interna di casa.
    Ho pertanto acquistato un LCD seriale tipo DFR0154 – I2C/TW LCD2004 Module che ho provveduto a collegare alla scheda Arduino Uno.
    Ho scaricato la libreria LiquidCreystal_I2C e la libreria LiquidCreystal_I2C2004V copiandola nella libreries di Arduino.
    Ho collegato il pin SDA al pin 4 di ingresso analogico di Arduino e il
    pin SCL al pin 5 di ingresso analogio di Arduino.
    Ho collegato chiaramente anche il positivo sul 5 volt di Arduino e il
    negativo sul corrispondente GND.
    Ho caricato HelloWorld provando gli indirizzi 0×27,20,40 e poiché il
    DFR0154 resetava totalmente illuminato di bianco sulla linea 1 e 3 ho
    inserito al posto dei precedenti indirizzi gli altri indirizzi fino al
    0×20,20,4.
    Il risultato non cambia, rimangono accese completamente le linee 1 e 3
    e non compare nessun messaggio.
    Può consigliarmi cosa fare e se vi un errore nel collegamento
    ovvero se la libreria usata non è aggiornata?
    In attesa di una Sua risposta ringrazio anticipatamente.
    Avv. Luigi Colasanti

  38. Nino scrive:

    Vorrei un consiglio come iniziare partendo da zero.

    Possiedo conoscenze sull’elettronica analogica.

    Grazie Nino.

    Complimenti per il sito

    • admin scrive:

      Ciao Nino.

      Se già hai delle basi di elettronica per incominciare sono sufficienti i tutorial e i libri segnalati in questa pagina.
      Se hai necessità di informazioni specifiche fammi sapere.

      Grazie per aver letto i miei appunti.

      Saluti.

  39. Luigi Premus scrive:

    Ormai sono tra i ‘matusa’ (73) in pensione. Ero progettista elettronico per molti anni nella ormai defunta Olivetti. Ma mi diverto ancora con l’elettronica e le radio. Vedo che con questo blog riuscirò senz’altro a divertirmi anche con una scheda Arduino che ho appena ordinato.. Un insegnante che spiega così bene la materia, ho capito che lo fa per il puro piacere del suo lavoro.
    Desidero complimentarmi per il blog e per la gentilezza che traspare dalle Sue risposte.
    Luigi

  40. domenico alfano scrive:

    Salve, è da poco tempo che uso Arduino e trovo le sue lezioni davvero fantastiche!

    Vorrei poter realizzare un sistema composto da 4 pulsanti ovvero 3 preset e 1 edit per poter memorizzare e richiamare le combinazioni di 3 led. il sistema funzionerebbe così :
    si schiaccia il pulsante edit ed il sistema entra in modalità memorizzazione delle combinazioni, si premono poi gli altri 3 pulsanti (relativi ai 3 led) in base alla combinazione che si vuole realizzare e poi per memorizzare la combinazione si schiaccia di nuovo edit.

    Una volta fatto questo torniamo nella modalità preset e quindi schiacciando uno dei 3 pulsanti preset si richiama uno delle 3 combinazioni precedentemente memorizzate.

    Ad ogni riaccensione di arduino il sistema dovrà poi partire sempre dalla modalità preset.

    E’ complicato realizzare una cosa del genere, magari anche espandibile a più di 3 led ?

    Attendo fiducioso una risposta !
    Grazie,
    Domenico

  41. Massimo Tondi scrive:

    Buongiorno prof. Maffucci,
    sono un docente di un ITI/ITT e desidero complimentarmi con Lei per la passione ed il tempo che dedica alla divulgazione della conoscenza e anche ringraziarla per il materiale messo generosamente a disposizione.
    Questo sito è veramente prezioso.
    Massimo Tondi

  42. Beppe scrive:

    Buongiorno ho istallato Arduino Uno con dislpay come interfaccia di un antifurto .
    Per mia negligenza ho perso il programma nel PC e l’unica copia risiede in Arduino vorrei poterlo salvare prima che sia troppo tardi . Come posso eseguire un Download da Arduino a PC

    • admin scrive:

      Gentile Beppe.

      Purtroppo risalire allo sketch non è più possibile, però ci sono modi per recuperare il file .hex cioè il file compilato.

      Ciao

  43. nicolini scrive:

    salve prof. Maffucci, sono arrivato ad arduino dopo aver proposto un mio progetto ad un amico, e per farla breve devo controllare dei carichi a 12 e 24v alimentati da un pannello fotovoltaico 24v e pacco batteria 24v .devono entrare in funzione quando la tensione ai capi della batteria è compresa fra 22.5 e 27.5v
    Non conosco arduino e il linguaggio di programmazione, quindi informandomi da progetti trovati su internet ho provato a creare il progetto, ma rimango sempre allo stesso punto: impostando un valore es. 500 il led si accende quando è maggiore del valore 500 e spento quando è inferiore, oppure dopo aver scaricato il programma il led è spento, quando il potenziometro legge il valore 500 si accende ma non si spegne mai posto un’esempio:

    int sensorPin = A0;
    int ledPin12 = 12;
    int sensorValue;

    void setup() {
    pinMode(ledPin12, OUTPUT);
    Serial.begin(9600);
    }

    void loop() {

    sensorValue = analogRead(sensorPin);
    if((sensorValue>500)&&(sensorValue801)&&(sensorValue<500))
    digitalWrite(ledPin12, LOW);
    Serial.println(sensorValue, DEC);
    }
    premetto che programmo plc in ladder ma è un mondo diverso da questo. spero che qualcuno possa aiutarmi con qualche esempio. esistono in commercio dei regolatori di soglia ma un regolatore che si possa regolare come si voglia non l'ho ancora trovato.
    Saluti a tutti quanti del forum

  44. Valentino Litrico scrive:

    Salve,
    quanto avrei voluto un prof di elettronica così..anche se forse ho avuto un prof fin troppo bravo considerando il tipo di alunno che ero.. non seguivo.. non poteva fare miracoli!
    Ora mi ritrovo a spelare fili (cosa che odiavo) dopo anni di silenzio, mi piace l’elettronica e arduino O_O ho riorganizzato un mini laboratorio.. anche solo caricare uno sketch e farlo funzionare sul banco di prova è una conquista.. mi piace la programmazione software, ma quando programmi l’hardware, che sia un circuito di controllo led, un motore, un rilevatore di temperatura o presenza,e pensi che potrebbero essere il punto di partenza per creare un automa che ti porta la colazione a letto .. beh la soddisfazione è abnorme!
    complimenti per il blog, ottimo spunto anche per chi non ci capisce niente di elettronica ma vuole avvicinarsi a questo mondo!
    Un messaggio lunghissimo per farle solo i complimenti.. mi scuso per la mole di caratteri , ma era il minimo che potessi fare!
    OTTIMO lavoro!

  45. Alex scrive:

    Ciao, scrivo da Ravenna, non capisco nulla di codici, anche se ultimamente sto studiando qualcosa per programmare un software audio parzialmente open source, è possibile collegare un microfono ad arduino e fare in modo che ogni volta venga captato un segnale sonoro molto alto, un altoparlante faccia uscire un altro suono pre-registrato?
    nel caso fosse possibile ò possibile avere un indicazione sulla strada da intraprendere per realizzarlo o farmelo realizzare?
    Grazie
    Alex

  46. Igor scrive:

    Ciao a tutti, mi chiamo Igor e scrivo da Reggio Calabria.
    Con i soci del mio club di softair (simulazione giochi di guerra) stiamo cercando di realizzare una torretta automatizzata per creare un simulazione più reale del campo di gioco.
    Attualmente siamo nella fase si progettazione e ho appena acquistato la scheda di progettazione arduino 2.

    Mi chiedevo visto che sono abbastanza ignorante nel settore se potresti darmi una mano a programmare la scheda utilizzando il software roborealm già acquistato.

    Nel particolare la torretta dovrebbe agire così:
    1) Trovare e seguire il bersaglio selezionato in precedenza da un colore particolare o un oggetto,

    2) Premere e rilasciare il grilletto del’asg per qualche frazione di secondo(giocattolo che spara pallini di plastica) .

    3) Non sparare più quando il bersaglio riesce a disattivarla premendo un pulsante esterno.

    4) Durante il gioco e prima di identificare il bersaglio la torretta dovrebbe impostarsi in scanner dell’area ovvero eseguire uno spostamento continuo sull’asse x (quindi dx, sx e viceversa).

    Abbiamo già comprato tre servo uno per l’asse x uno per quello y e l’altro per la pressione del grilletto.
    I colpi dovranno essere a raffica controllata quindi circa 3 pallini ogni mezzo secondo.

    In allegato troverai il software che ho trovato in giro per la programmazione sia di arduino che di roborealm (ma non riesco a farlo funzionare come vorrei).

    Sperando di avere presto tue notizie ringraziandoti anticipatamente ti auguro un buon proseguimento

    Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>