Introduzione alla stampa 3D – Lezione 3

Un comodo porta auricolari per evitare nodi e rotture.

In questo progetto realizzerete un porta auricolari personalizzato con il vostro nome munito di apposite scanalature che consentiranno di mantenere ben fermo il cavo.

Come per le precedenti lezioni elencherò i passi di costruzione che ovviamente potrete personalizzare secondo le vostre esigenze.

Create un nuovo progetto TinkerCAD. All’apertura del nuovo progetto il sistema genera in modo casuale il nome che verrà assegnato al vostro lavoro.

01

Cambiate il nome, ad es.: avvolgicavo

02

Per rendere più agevole la progettazione disporre sul piano di lavoro il righello:

03

Disponete sul piano di lavoro un cilindro che andremo a modificare nei passi successivi:

05

06

Variatene le dimensioni secondo quanto indicato nell’immagine che segue:

  • lunghezza: 100 mm
  • larghezza: 40 mm
  • altezza: 2 mm

07

Disponete sul piano di lavoro l’oggetto “Round Roof” che trovate nella sezione “Basic Shapes”

08

Ponete il puntatore del mouse sulla maniglia di rotazione come nell’immagina e ruotate l’oggetto di 90° in senso orario.

Ricordate che se la rotazione avviene trascinano l’oggetto all’interno del gognometro potrete ruotare l’oggetto per passi di 22,5° mentre disponendo il cursore del mouse all’esterno del gognometro potrete effettuare rotazioni con risoluzione di 1°

09

10

Variate le dimensioni secondo quanto indicato nell’immagine che segue:

  • lunghezza: 20 mm
  • larghezza: 20 mm

11

Utilizzando il menù “Duplicate” realizzate una copia dell’oggetto “Round Roof” modificato:

12

13

Ruotate di 90° in senso orario il primo oggetto come riportato nell’immagine che segue:

14

15

Selezionate i due oggetti indicati con la freccia rossa. La selezione avviene selezionando con mouse gli oggetti, oppure premendo il pulsante shift della tastiera e facendo click con il mouse sugli oggetti da selezionare:

16

Allineiamo i due oggetti premendo sul pulsante “Align”:

17

18

Il click sull’ancora mediana e su quella laterale posizionerà gli oggetti come nell’immagine che segue:

19

Effettuate la medesima operazione per il primo oggetto “Round Roof” modificato:

20

21

22

23

24

Selezionate i due oggetti “Round Roof” modificati e raggruppateli in un unico oggetto con il pulsante “Group”:

25

Rendete il gruppo un foro (click su “Hole”):

26

27

Selezionate tutti gli oggetti presenti sul piano di lavoro e raggruppateli, questa operazione permetterà di eliminare materiale dall’ellisse:

28

29

Trascinate sul piano di lavoro un “Box” vuoto:

30

Modificate le dimensioni come mostrato in figura:

  • lunghezza: 40 mm
  • altezza: 20 mm
  • larghezza: 5 mm

31

Duplicate il parallelepipedo e allineate i due oggetti rispetto all’ellisse modificato:

32

Effettuate un raggruppamento di tutti gli oggetti:

33

Trascinate sul piano di lavoro un cubo e modificatene le dimensioni:

  • lunghezza: 10 mm
  • altezza: 5 mm
  • larghezza: 3 mm

34

Duplicate l’oggetto e ruotatelo di 90°:

35

Allineate gli oggetti come nell’immagine che segue formando un angolo di 90° ed unite i due oggetti:

36

Duplicate l’oggetto “L” e ruotatelo come riportato nell’immagine e disponete i due oggetti ad una distanza di 30 mm:

37

Raggruppate i due oggetti “L” e centrateli rispetto alla base (arancione nell’immagine):

38

39

40

Duplicate il gruppo “L” e ruotatelo di 180° in senso antiorario:

41

42

Raggruppate gli elementi in rosso e rendeteli “foro”:

43

44

Raggruppate tutti gli elementi per eliminare materiale dalla base arancione:

45

Dalla sezione “Community Shape Generators” selezionate la funzione “TEXT”:

46

47

Trascinate l’oggetto sul piano di lavoro:

48

Nel menù “Custom Font Text” scrivete il vostro nome:

49

50

Ridurre le dimensioni in modo che il testo possa essere incluso all’interno dell’oggetto arancione e centratelo rispetto ad esso:

51

Rendete “foro” il testo e raggruppate il tutto:

52

Otterrete qualcosa di molto simile a quanto rappresentato in figura.

Ponete attenzione al fatto che alcune lettere potrebbero avere elementi non collegati alla struttura di base ad esempio: A, O, R, ecc… quindi bisognerà realizzare o delle strutture di collegamento oppure eliminare le parti non collegate alla struttura di base.

53

Quando stampate un oggetto noterete che la parte che poggia sul piano risulterà molto più liscia, quindi per rendere esteticamente più bello il risultato di questa esercitazione ruotiamo l’intero oggetto di 360°:

53b

Esportiamo l’oggetto in formato STL:

54

55

Questo il risultato della stampa:

56

57

Buona sperimentazione a tutti.

 

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in Stampa 3D e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *