Robotica e scelta della scuola superiore

lego-nxt2

Non la prima volta che mi giungono mail da genitori che mi chiedono consiglio per la scelta “migliore” per il figlio, in genere mi giungono privatamente e mi fa piacere che la Sig.ra Sabrina Bruno mi abbia lasciato un commento al post di qualche tempo fa: Porte aperte alla robotica per lo sviluppo dellistruzione tecnica e professionale

Poich ritengo il momento importante per molti studenti che si accingono ad iscriversi ad una scuola superiore, metto in evidenza con un post quanto mi viene chiesto e la mia risposta, spero possa servire e se necessita posso provare a rispondere ad ulteriori delucidazioni in merito ai programmi e ai percorsi di studio dell’istruzione tecnica.

Sig.ra Sabrina Bruno

Salve..mio figlio vorrebbe un domani studiare robotica..siamo alla scelta della scuola superioreho bisogno di sapere quale istituto sia meglio scegliere per avere delle buone basi un domini in campo della robotica noi abitiamo a Lainate prov di Mi i prof dei vari istituti itis e licei nn hanno saputo rispondere .la ringrazio

Io

Gentile Sig.ra Sabrina.

Grazie per avermi contattato.
Come credo lei abbia potuto constatare, non esiste nello specifico, nelle scuole superiori, la disciplina robotica, ma in alcune scuole, soprattutto istituti tecnici e professionali, la robotica una disciplina trasversale che consente di rendere, a mio avviso, pi agevole per lo studente, la comprensione di argomenti scientifici molto spesso di difficile approccio se insegnate nel modo tradizionale.

Nella mia esperienza gran parte degli insuccessi al primo anno si hanno proprio nelle materie scientifiche, luso della robotica mi consente di amplificare linteresse ed utilizzare uno strumento che aiuta nella comprensione di concetti di matematica, fisica, elettronica, chimica, ecc
Quindi sfruttare lintelligenza pratica, manuale per insegnare anche altro.

Utilizzare una strategia didattica che fa uso della robotica pregiudica quindi che lintero consiglio scolastico sia preparato e coordinato nellaffrontare questa nuova metodologia, azione che comunque si traduce in attivit laboratoriali che coinvolgono tutte le materie, quindi molto difficile da mettere in pratica, ma possibile.

Attualmente lei potr forse trovare istituti tecnici o professionali dove vengono svolte attivit ad esempio su macchine a controllo numerico che movimentano bracci robot, o comunque dispositivi elettromeccanici, tutti elementi che poi vanno a costituire un robot industriali.

Robotica quindi pu essere considerata come la somma di: elettronica, elettrotecnica, meccanica, fisica, ecc

Quindi forse i colleghi a cui si rivolta non potevano risponderle perch nello specifico non esiste la materia robotica ma gli strumenti di base che concorrono poi ad una eventuale progettazione di strutture robotiche, certamente vengono forniti dalla scuola pubblica.

Nellistituto in cui lavoro possediamo una cella robotica della COMAU, ma prima che gli allievi imparino a movimentare dispositivi di questo genere devono avere assimilato competenze ad esempio di informatica.
Ma la logica con cui si programmano i bracci robot della COMAU non molto distante da quella che si potrebbe avere per altri dispositivi presenti nei laboratori e nelle officine delle scuole italiane, solo una questione di metodo e su come si costruisce la didattica.

Cosa consigliare a questo punto?
Valuti con suo figlio quali sono le sue passioni e se laspetto tecnico scientifico quello che si preferisce, scelga una buona scuola pubblica, tecnica o professionale, non si preoccupi oggi se viene insegnata robotica.
La disciplina robotica viene svolta ad ingegneria, quindi in un percorso pi elevato e visto che lei vive in Lombardia a Milano, al Politecnico, esiste una lunga tradizione di robotica industriale.
Quindi prepararsi bene alle superiori per acquisire gli strumenti che mi serviranno domani.

In periodo di iscrizioni purtroppo un periodo di marketing, dove si mostra il meglio o si amplificano le eccellenze, il mio consiglio sempre VEDERE, valuti con attenzione la scuola che possiede i migliori laboratori tecnici, se possibile cerchi di capire quali sono le azioni di recupero, la percentuale di insuccessi al primo anno, attivit di stage aziendali, di alternanza scuola lavoro, le attivit di progetto con aziende ed universit, corsi per il superamento dei test alle facolt scientifiche, gare e concorsi (gare nazionali di matematica, informatica, robotica, ecc) questi sono tutti elementi che potrebbe esserle di aiuto per comprendere quanto una scuola funziona ed atenta alla realt industriale.

Spero di essere stato di aiuto, se avesse necessit di ulteriori informazioni non esisti a contattarmi.

Saluti.

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in i miei allievi, news, pensieri e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Robotica e scelta della scuola superiore

  1. sabrina bruno scrive:

    Grazie pofessore della sua risposta ..le riscrivo perche in questi giorni imio figlio mi diceva dell’esistenza di una scuola militare robotica a milano..non so bene dove e se esista d’avvero…cosa ne pensa al riguardo? la scelta di mio figlio ancora nn effettuata come iscrizione è verso il tecnico industriale per meccatronica ..il Giulio Riva di Saronno….anche si i suoi prof. Delle medie spingono verso uno scentifico . nn so se risponda alle sue domande questo istituto…ha laboratori ricchi penso…abbiamo scartato l’itis di legnano che a mio figlio nn è piaciuto…sono gli unici due nelle vicinanze che io abbia saputo…secondo lei la meccatronica è un indirizzo giusto per giungere un domani al suo obbiettivo di robotica…precisamente se prepara poi all’universita’…la sua scelta nn sara’ lo scentifico perche’ vorrebbe vivere i laboratori. Grazie di dedicarmi il suo tempo

    • admin scrive:

      Gentile Sig.ra Sabrina

      Non so dell’esistenza di una “scuola robotica militare” sicuramente l’esercito si occupa di robotica, ma per quanto ne so io, non conosco scuole militari specifiche sulla robotica, ma potrei sbagliarmi. So per certo che l’esercito partecipa ad iniziative didattiche di robotica come “Zero Robotics” e progetti come il “disarmadillo” che sono iniziative che coinvolgono la scuola pubblica.

      Non conosco gli istituti a cui fa riferimento, ma se vi sono “curvature” di meccatronica certamente in queste scuole verranno affrontati argomenti che saranno ripresi ed ampliati in un percorso universitario (politecnico).

      Lei mi dice che il ragazzo vorrebbe vivere i laboratori, ottimo! Bisogna però ricordare che la teoria (qualsiasi materia) è importante per poter vivere correttamente il laboratorio.

      Se la scelta è: “voglio fare un istituto ad indirizzo tecnico perché si fa meno teoria” allora NO! Questo è un modo sbagliato per risolvere il problema.

      Se la scelta, come mi pare di aver compreso: “voglio fare un istituto ad indirizzo tecnico perché mi appassionano le materie tecniche scientifiche”, allora SI! Ricordando però che la teoria è essenziale e si fa anche nelle scuole tecniche.

      Almeno per me, ma è un mio personalissimo pensiero, viene prima di ogni cosa la passione, una tra le componente più importanti che concorrono al successo formativo.

      Attenzione però a non aver fretta nel raggiungere l’obiettivo che richiede il ragazzo, necessariamente bisognerà affrontare altre materie che portano alla comprensione della robotica.

      So di non averle dato la soluzione, ma ciò è dovuto anche al fatto che non ci si conosce personalmente, spero comunque di essere stato di aiuto.

      Se avesse necessità non esiti a contattarmi.

      Saluti.

  2. Fabiola scrive:

    Buongiorno, ho letto con interesse le domande e le risposte date alla signora.
    Ho lo stesso problema della signora di cui sopra. Noi viviamo a Genova e mio figlio è da sempre appassionato di robotica. Avevo anche io, individuato per grandi linee, che la scelta della scuola superiore avrebbe dovuto orientarsi su un istituto tecnico, ma non riesco a capire se possa essere meglio un istituto tecnico ad indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica, oppure ad indirizzo Informatica e Telecomunicazioni oppure ancora ad indirizzo Meccanica Maccatronica Energia. Lei cosa mi consiglia?
    La ringrazio anticipatamente.

    • admin scrive:

      Gentile Sig.re Fabio.

      Comprendo la difficoltà e come per altro ho scritto su questo blog è stata la stessa mia difficoltà quando mio figlio ha dovuto fare la scelta della scuola superiore. Ribadisco che se il ragazzo ha una passione è già molto, le fatiche dello studio saranno affrontate in modo costruttivo perché l’obiettivo si fonda su una passione. E’ complesso risponderle perché come lei avrà avuto modo di verificare ogni scuola può adottare specifiche “curvature” didattiche in cui vengono svolte attività particolari.
      Le faccio un esempio. Nella mia scuola gli allievi svolgono ore didattiche da 55 minuti, i 5 minuti restanti devono essere restituiti ai ragazzi in qualche modo. Nella mia scuola si è scelto di sfruttare il tempo didattico da restituire (molte ore) costruendo particolari corsi, nel mio caso con i miei allievi di prima svolgerò un percorso di robotica e con gli allievi di terza, probabilmente un corso di automazione basato su Arduino. In determinate occasioni si organizzano anche corsi a pagamento (economici) a cui possono partecipare nelle ore pomeridiane. Quanto descritto è un modo, ma dipende tantissimo dalla scuola e soprattutto dai docenti, quindi le scuole tendono a caratterizzarsi.
      Come capire tutto cio?
      Verificare l’attendibilità del POF, parlare con la dirigenza, verificare di persona durante gli incontri “porte aperte”.
      Io tenderei, per la mia esperienza, a fare una scelta di carattere elettrico elettronico, ma faccia attenzione che dipende veramente dalle singole scuole.

      So che questa mia risposta potrebbe non rispondere pienamente, ma verifichi con estrema attenzione quanto “venduto” dalle singole istituzioni scolastiche.

      Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.