Archivi tag: elettronica in

Documentare gli stage

E’ complicato, per me che insegno materie tecniche, poter analizzare tempestivamente l’andamento degli stage aziendali che i miei allivi al terzo e quarto anno devo svolgere per quasi 30 giorni presso un’azienda del settore elettronico. Accade spessissimo che con altri colleghi ci si rechi presso le aziende per verificare di persona come lo studente è impiegato in azienda e se in essa svolgendo una vera attività formativa. Molta carta viene prodotta dai docenti per l’analisi di questo particolarissimo periodo didattico, ma ancor più interessante sarebbe documentare su un sito l’attività di stage istantaneamente, in modo che si possa valutare l’affidabilità delle aziende in cui gli allievi si trovano ad operare e valutare i progressi che lo studente sta ottenendo.
Questa fase didattica è di enorme importanza ed è per la maggior parte degli studenti il primo momento in cui si trovano all’interno di una realtà aziendale, per l’insegnante documentare questa fase è importantissimo.

E perchè non documentare questa attività con dei semplici blog come proposto da Elettronica In?

http://stage.elettronicain.it

Utile ed interessante, non solo per gli studenti ma per insegnanti e genitori che possono seguire giorno dopo giorno cosa fanno i ragazzi. E che magari potrebbero interagire in tanti modi.
Stage 2.0?
Chissà…..

Dopo aver ospitato per 2 settimane due ragazzi dell’ISIS Facchinetti (3^A informatica) è la volta dei loro compagni della 3^B; è anche iniziato lo stage di due ragazzi dell’ISS Olga Fiorini (grafica e multimediale) che durerà 40 giorni.

Certamente un’iniziativa lodevole che potrebbe esplodere in un portale dedicato agli stage in cui poter documentare le attività ma anche poter offrire stage, raccogliere una directory di aziende che fanno vera formazione, assegnare una valutare all’azienda, documentare la trasformazione del rapporto di stage in un’assunzione dopo il termine del percorso di studio. Insomma un luogo attivo fatto dagli studenti che apprendono in vere azienda che desiderano investire sui giovani.

Arduino full memory: aggiornamento all’ultima versione di ATMEL Toolchain

Mi giunge da Boris Landoni, Responsabile Tecnico di Futura Elettronica srl, la segnalazione dell’articolo:

Arduino Full Memory: upgrade to the last ATMEL Toolchain version

Consigliatissima la lettura in quanto di aiuto a tutti i possessori di schede della famiglia “Mega”, ma anche ad utenti delle versioni Arduino UNO e Arduino Duemilanove che potranno averne molti vantaggi per lo sviluppo dei loro progetti.

L’articolo nasce per chiarire e superare alcuni problemi riscontrati con TiDiGino scheda basata su ATmega2560, che anche il core di Arduino Mega 2560.

Conosco la scheda TiDiGinoin quanto gentilmente donata alla mia classe da parte della rivista Elettronica In, ho realizzato alcune sperimentazioni, ancora in atto, con i miei studenti.

Durante i test di sviluppo in alcuni casi si sono verificati malfunzionamenti di cui risultava complessa l’individuazione della causa.

Ringrazio Boris Landoni per il suo articolo che chiarisce in modo molto preciso cause e rimedi.

Buona lettuara.

 

Intervista “doppia” a Massimo Banzi e Sergio Tanzilli

Ricevo la segnalazione dalla rivista Elettronica In, che ringrazio, della doppia intervista realizzata a Massimo Banzi e Sergio Tanzilli che consiglio di vedere. Una conversazione di poco più di 5 minuti in cui è evidente la passione nell’elettronica e l’amore per il proprio lavoro, certamente un bel messaggio a chi desidera fattivamente “fare e costruire” il proprio futuro.

A margine di World Wide Rome (www.worldwiderome.it), Simone Majocchi intervista per ElettronicaIn, in stile “Le Iene”, due personaggi di spicco dell’elettronica italiana: Massimo Banzi, animatore del progetto open-source Arduino (www.arduino.cc) e di tante altre iniziative e Sergio Tanzilli, co-fondatore di ACME Systems (www.acmesystems.it) e fautore dei sistemi Linux embedded.

Imparare a programmare su iPhone con il corso gratuito di Elettronica In

Qualche mese fa un mio allievo di quinta, che ha da poco fatto switch su piattaforma MacOS acquistando uno splendido iMac 27′ super accessoriato, mi chiedeva indicazioni in merito alla realizzazione di applicazioni su dispositivi iOS!

Alleluia! grida il Prof. finalmente le curiosit che servono ad una giovane mente!

Realizzare un corso per iOS a scuola cosa ancora difficile vista la scarsit di risorse economiche, per come insegnante e utente Mac, guider l’allievo in questa nuova avventura.
Magari un giorno riuscir a realizzare un bel corso di Alternanza Scuola Lavoro per insegnare a programmare su iOS (sogni di un Prof.)… mi servirebbe solamente un laboratorio di Mac 🙂

Devo ringraziare Elettronica In mi sta dando diversi suggerimenti per implementare nuove idee per la didattica ed di aiuto e di sprono anche ad alcuni dei miei allievi e l’ultimo generoso regalo che ha voluto donare alla comunit ne una prova:

il corso di programmazione per iPhone da scaricare gratuitamente servir sicuramente.

LiPhone integra una vasta gamma di sensori che lo rendono unottima piattaforma embedded ideale per sviluppare svariate applicazioni anche a livello amatoriale: sono le tanto amate App, che sviluppatori professionisti e semplici appassionati realizzano per venderle o condividerle secondo la filosofia open-source.
Impariamo dunque ad utilizzare la piattaforma di sviluppo software iOS di Apple, uno dei pi innovativi ambienti di sviluppo software, che tramite lobjectiveC, permette il rapido sviluppo di applicazioni di diversi generi per i dispositivi mobile di classe iPhone, iPod Touch ed iPad.

E allora via! Scaricate il corso ed incominciate una nuova avventura!

P.S.per scaricare il corso bisogna registrarsi sul sito.

Come scaricare il corso di Arduino di Elettronica In

Sto ricevendo diverse mail di utenti che non riescono a prelevare il corso gratuito di Arduino realizzato da Elettronica In di cui avevo dato notizia il 10 di settembre scorso.

Per poter prelevare il corso è necessario effettuare il login, se non si è registrati procedere con la registrazione, seguendo questa procedura:

[wpspoiler name=”Come prelevare il corso”]

Dopo aver effettuato il Login seguite il link per andare alla pagina da cui scaricare il corso.

[/wpspoiler]

solo in questo modo potete prelevare il file .zip che contiene il pdf e i sorgenti degli sketch usati nel corso.

Una volta effettuato il login sul sito seguite il link per andare sulla pagina da cui scaricare il corso.