Pilotaggio di un teleruttore di potenza mediante Arduino

Questa mattina sperimentazione perl’impostazione di una serie di esperienze di laboratorio per sistemi di controllo civili e industriali basati su Arduino. Il percorso didattico che ho progettato volto alla realizzazione di una serie di casi studio/strategie volte all’insegnamento sia dell’informatica chedell’impiantistica. Nell’esempio realizzato questa mattina si verificato l’assorbimento dei contatti del mini rel di pilotaggio.

Sono in fase di realizzazione shield di controllo con funzioni particolari e plance per esercitazioni civili e industriali su cui alloggiare l’elettronica di controllo.

Nelle prossime sperimentazione controllo e sequenze di sistemi trifase.

Il teleruttore di potenza usato, di cui potete vedere il funzionamento nei primi due filmati, della serie Lovato tipo BF12 per carichi fino a 3HP in regime alternato trifase, corrente assorbita dalla bobina di comando del teleruttore 0,49 A in regime sinusoidale (impedenza Z=4,4+j47,79) Induttanza L della bobina 152mH. Circuito di comando 24 AC alimentazione Arduino 9V (nei due filmati prima con batteria da 9V e poi con alimentatore stabilizzato).

Analogo esperimento con teleruttore Audoli, caratteristiche visibili nella fotografia allegata.

Prossimamente pubblicher gli schemi di collegamento.

Un grazie particolare va all’amico Orazio Romano. La sua esperienza decennale nel settore dell’impiantistica civile ed industriale per me essenziale sia per imparare che per realizzare questo nuovo percorso didattico.

Arduino alimentato da batteria a 9V – teleruttore Lovato tipo BF12

Arduino alimentato da alimentatore esterno – teleruttore Lovato tipo BF12

Arduino alimentato da alimentatore esterno – teleruttore Audoli

La danza del teleruttore 🙂

controllo-teleruttore-con-arduino-01

controllo-teleruttore-con-arduino-02

controllo-teleruttore-con-arduino-03

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in arduino, i miei allievi e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.