Costruiamo una proto shield per Arduino partendo da una basetta millefori

Mi trovo nella necessità di realizzare con i miei studenti dei circuiti custom per Arduino, realizzare gli shield delle nostre esperienze, senza ogni volta montare e rismontare i circuiti realizzati su breadboard. In commercio potete trovare Proto Shield già disponibili per realizzare shield personalizzati, però hanno tutti un difetto, costano 🙂 e per le ristrettezze economiche in cui ci troviamo meglio utilizzare i materiali, anche di recupero, che troviamo in laboratorio.

Di cosa abbiamo bisogno:

  • basetta millefori
  • strip maschio passo 2,54 mm
  • un po’ di filo
  • trapano piccolo da laboratori

Come sicuramente avrete notato, il passo dei dei connettori “Power” ed Analog in” su Arduino è standard di  2,54 mm, e i due gruppi distano anch’essi 2,54 mm, mentre dalla parte “Digital in” i due gruppi di 8 fori hanno una distanza inferiore a 2,54 mm, ciò non permette quindi di creare immediatamente uno shield con fori perfettamente allineati.

Per ovviare a questo inconveniente è sufficiente apportare una piccola modifica alla basetta millefori, procedendo come descritto di seguito.

Ho realizzato, da una basetta millefori grande, delle porzioni di basette di cm 5,5 x 6,5 su di essa ho preso correttamente le misure inserendo lato digital, tenendo conto che il primo gruppo, dai pin 0 a 7 sono perfettamente allineati con la millefori, mentre i restanti, dal pin 8 all’AREF non sono allineati.

Come evidenziato dall’immagine che segue, contate 8 fori per il gruppo da pin 0 a pin 7, saltate un foro della millefori e segnate con un pennarello 8 punti tra i fori della millefori, in questi punti dovrete realizzare 8 fori con il trapano, o se non riuscite a forare è sufficiente effettuare un piccolo invito per facilitare poi il taglio mediante una piccola punta con disco.

Per realizzare il collegamento dei pin “Power” di Arduino saldiamo 8 file agli 8 connettori strip, se riuscite inseriteci anche una guaina termorestringente per evitare contatti tra i vari pin.

Ora per assicurare la striscia degli 8 pin con filo alla basetta millefori, realizzate una saldatura che comprenda il pin della strip ed una piazzola della millefori, in modo da bloccare la strip.

Saldate l’altro capo dei fili sulla millefori, saranno questi i punti per i pin che vanno dal pin 8 al pin AREF su Arduino

Saldate anche i pin lato “Power” ed “Analog”, ricordando che i due gruppi da 6 pin distano un passo (un foro) (è evidente nell’immagine sopra, lato sinistro).

Questa il risultato finale, una Proto Shield per Arduino pronta all’uso:

Però sarebbe bello aggiungere ad ogni proto shield un piccolo circuito “recuperabile” che riporta sulla proto shield il pulsante di reset e il LED di funzionamento della scheda Arduino, in una prossima puntata vi farò vedere come fare.

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in arduino, i miei allievi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Costruiamo una proto shield per Arduino partendo da una basetta millefori

  1. a scrive:

    ottimo post grazie!

  2. cricolo scrive:

    ciao, una domanda..magari stupida ma proprio non so..nelle protoshield bisogna obbligatoriamente saldare gli elementi???…vorrei realizzare un circuito definitivo ma non ho mai saldato niente in vita mia… 🙁

    • admin scrive:

      Ciao.

      Se il problema è la connessione dei piedini o il taglio della basetta millefori potresti utilizzare l’Arduino Proto Shield per Arduino R3 già a misura con fori alla giusta distanza. In commercio esistono anche protoshield per le versioni precedenti della acheda.
      Per quanto riguarda la saldatura l’unico modo è fare pratica su una basetta millefori, ti consiglio di consultare il post su questo sito: Saldare è semplice, ecco come fare!

      Saluti.

  3. Carlo scrive:

    Grazie,
    è il miglior post che abbia trovato con consigli su come realizzare una proto-shield.
    Ne ho realizzata una seguendo le tue istruzioni e fa il suo dovere.

Rispondi a admin Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.