Su Lab VIEW World intervista a Massimo Banzi

A margine di NIDays2011, abbiamo incontrato Massimo Banzi che ci ha spiegato il senso profondo del progetto Arduino nonch i suoi programmi per il futuro, specie nel campo della Robotica Educativa.

Quando mi hanno detto che una delle keynote di NIDays 2011- lannuale Forum Tecnologico sulla Progettazione Grafica di Sistemi di National Instruments che si svolto di recente a Milano sarebbe stata tenuta da Massimo Banzi, in un primo momento ho pensato: che ci fa uno dei guru dellopen source in una manifestazione come questa? La risposta me lha fornita la brochure di presentazione dellevento che questanno (ma non solo) aveva come tema centrale la necessit di inventare e innovare.
E chi se non un innovatore come Massimo Banzi poteva fornire una personalissima risposta a questa esigenza?
Una risposta che anche National Instruments con i propri prodotti e le applicazioni presentate dai numerosi partner tecnologici ha messo in mostra nel corso della manifestazione.
Durante il suo intervento, Banzi ha introdotto linnovativo concetto di hardware open source mostrando decine di applicazioni realizzate con la piattaforma Arduino e conquistando letteralmente il pubblico in sala.
Prima del suo intervento, ho avuto loccasione di intervistare Massimo Banzi al quale ho rivolto una serie di domande facendomi portavoce anche di molti nostri lettori…

continua su labviewworld.it

fonte: elettronicain.it

Questa voce è stata pubblicata in arduino e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.