Micro storie di attività di making scolastico

Il setting sul banco di lavoro è importante.

Spieghi come usare un qualsiasi componente elettronico, ma se questo è collocato al di fuori della breadboard comincia il disordine, quindi “pensa che ti ripensa” e nasce l’idea di qualcosa di molto più pratico, trasportabile adattabile ad ogni tipo di sperimentazione, ma che non posso realizzare in poco tempo… più avanti (un paio di settimane) ne condividerò il progetto che ho in testa.

Ho bisogno che venga risolto un piccolissimo problema per giovedì prossimo: evitare che i servomotori si rompano o si perdano durante le sperimentazioni in laboratorio.

Passo 1
5 minuti per trovare un supporto per micro servomotori su Thingiverse, metti in stampa durante il primo intervallo e disegni con illustrator delle basette su cui collocare il servo, (un rettangolo e 4 cerchi ed una L 🙂 )

Passo 2
Durante il secondo intervallo corri al Lab Territoriale per tagliare a laser il compensato su cui fissare i servomotori

Passo 3
Domani durante l’ultima ora della mattinata, quando il calo glicemico degli allievi è tale per cui risulta difficile ragionare, chiedi di assemblare il tutto.

Piccole cose che rendono la vita didattica un pochino più ordinata.

Grazie Pinin 🙂

Poiché mi è stato chiesto via mail, condivido link dei file.

Articoli simili:

  • Non sono presenti articoli simili.
Questa voce è stata pubblicata in arduino, i miei allievi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.