Avventure robotiche: ROB-O-COD

Ecco svelato l’arcano, avevo accennato su Facebook ma ora posso finalmente rispondere pubblicamente su queste pagine a quanti mi chiedevano cosa stessi combinando in tutti questi mesi con strani esagoni, robot Lego Mindstorms EV3 e draghi 🙂

ROB-O-COD è la riposta

Ora posso parlarne visto che la trasmissione è stata ufficialmente presentata ieri 1/1/19 pomeriggio durante il TG Leonardo, dal minuto 09:32 al minuto 12:55 è possibile guardare la il servizio su ROB-O-COD:

Da alcuni mesi sto collaborando con Rai e da alcune settimane partecipo alle registrazioni della trasmissione ROB-O-COD, primo game show televisivo italiano dedicato al coding e robotica, prodotto dalla Direzione Rai Ragazzi per il canale RAI Gulp per studenti di scuola media di tutt’Italia. l’USR Piemonte qualche mese fa aveva promosso la call per le scuole.

Nello specifico mi sto occupando della progettazione dei campi gara, immaginando percorsi e meccanismi che aggiungono gradi di difficoltà diversi, ovviamente tutto ciò fatto in stretta collaborazione con persone incredibilmente creative: centro Ricerche Rai, autori, scenografi e tantissime altri, un grande lavoro di squadra.
Inoltro sono di supporto ai giovanissimi programmatori che gareggiano.

La trasmissione andrà in onda da febbraio, nei pomeriggi, e tra qualche settimana saranno rese disponibili le date.

Coma già detto ad amici vedere giovani studenti così appassionati riempie il cuore, inoltre la trasmissione evidenzia come lo spirito di squadra è fondamentale per risolvere problemi ed imprevisti, vedere poi che tutto questo pensare e programmare viene svolto sui campi gara che ho contribuito a realizzare mi rende enormemente felice.

Dal punto di vista personale inoltre è una bella occasione per incontrare fisicamente i molti amici/colleghi conosciuti sui social con cui condivido esperienze didattiche, un modo per confrontarsi e per parlare di Coding.

Ovviamente è un mondo totalmente diverso da quello che vivo quotidianamente, osservare ed interagire nelle dinamiche di uno studio televisivo offre spunti interessantissmi per sviluppare contesti didattici e strategie di insegnamento.

Questa esperienza posso riassumerla con una sola frase: “mi sto divertendo da matti” 🙂

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in news, programmazione e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.