Utilizzare Sublime Text 3 Editor come IDE Arduino

Per il prossimo corso su Arduino che partirà giovedì prossimo (13/03/14), mi sono trovato nella necessità di realizzare diversi sketch didattici e per aumentare la velocità di produzione ho utilizzato un IDE diverso da quello standard di Arduino che mi ha permesso ad esempio la sostituzione immediata su tutto il listato di nomi di variabili o effettuare ricerche in modo più veloce o definire la modalità di copia ed incolla su tutto il codice.

Da qualche tempo uso Sublime Text 3, un editor multipiattaforma molto comodo per programmare che già uso qualche tempo e che mi era stato segnalato dal mio ex studente Antonio T.

L’editor non è gratuito, ma dopo averlo provato per un po’ di tempo lo acquisterò a breve.

Sul sito di riferimento trovate tutte le caratteristiche, no sto a dettagliarle tutte tra le molte vi segnalo: auto completamento, modalità distraction free, split editing, multiselezione su tutto il codice utile quando volete ad esempio rinominare il nome di una variabile all’interno di tutto il codice.

00

Per poter procedere bisogna prima di ogni cosa installare l’IDE standard di Arduino, il passo successivo è quello di installare Sublime Text 3 per la propria piattaforma

Tutti i passi e le informazioni per l’installazione per ogni piattaforma le trovate seguendo il link.

Di seguito, per mio utilizzo come tutorial per successive installazioni ho realizzato una serie di schermate che seguono le indicazioni del sito di riferimento.

Passo 1

Andare su https://github.com/Robot-Will/Stino

01

Passo 2

Scaricare “Sublime Text Package Control Installation Page”:

(vedi fondo pagina)

02

Passo 3

Aprire Sublime text 3 e andare nel menù: Preferences > Browse Packages..

03

Passo 4

Selezionare la cartella “Installed Packages” il file: Sublime Text Package Control Installation Page appena scaricato

04

05

Passo 5

Uscire da Sublime text 3

06

Passo 6

Riavviare Sublime text 3 ed andare nel menù: Preferences > Packages Control

07

Passo 7

Digitare: Install Package

08

09

Passo 8

Scrivere: arduino

10

Passo 9

Selezionare: Arduino-like IDE

11

Passo 10

Al termo nell’installazione comparirà un menù “Arduino” in alto a destra.

Procediamo ora alla configurazione di Sublime text 3 in modo da poter poi compilare i nostri sketch.

Selezionare la cartella in cui è collocato l’IDE Arduino

12

Inserite direttamente il percorso, oppure fate click sullo slash e navigate nella vostra gerarchia di cartelle:

13

14

15

Selezionata la cartella comparirà in basso il messaggio che l’applicazione è stata trovata.

16

Passo 11

Selezioniamo la scheda dal menù: Arduino > Arduino AVR Boards

17

Passo 12

Selezionate il Programmer (selezionato il medesimo che è impostato nell’IDE standard di Arduino) dal menù: Programmer > AVRISPmkll

18

Passo 13

Fate un test usando lo sketch “Blink”.
Selezionatelo dal menù: Arduino > Examples > General > 01.Basics > Blink

19

20

Passo 14

Proviamo a compilare lo sketch, tutti i messaggi compariranno nella finestra in basso.

21

22

Passo 15

Selezioniamo la seriale che utilizzeremo per effettuare l’upload dello sketch: Arduino > Serial Port e selezionate la vostra seriale:

23

Passo 16

Effettuiamo l’upload dal menù: Arduino > Upload

25

Se tutto va a buon fine vi verrà restituito: Done uploading

Spero che questo tutorial possa esservi utile.

Saluti.

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in arduino e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Utilizzare Sublime Text 3 Editor come IDE Arduino

  1. Willy scrive:

    Ho seguito questa guida ed ho installato e testato con successo Sublime Text + Arduino su Ubuntu Precise.
    È da un po’ che cerco qualcosa di alternativo all’ide di Arduino, speriamo sia la volta buona.
    Peccato per il prezzo dell’editor: 70$

    • admin scrive:

      Ciao.
      Si effettivamente hai ragione costa,
      ma è ottimo e se il nostro lavoro è programmare allora penso siano soldi ben spesi.

      Saluti.

  2. Mattia scrive:

    Bell’articolo, complimenti. Segnalo anche la possibilità’, per chi ha un progetto con più’ schede target, di impostare una configurazione di scheda e seriale per ogni sketch. Con una piccola modifica al sorgente di stino e’ anche possibile configurare una ricompilazione completa ad ogni build, nel caso in cui si includano librerie in più sketch e si usino decine per la compilazione condizionale.,,

  3. roberto vallini scrive:

    Complimenti per il suo articolo, ma secondo lei ci stiamo avvicinando ad un vero e proprio interfaccia grafico dedicato ai principuianti?, Mi ricordo i primi programmi dos, sembrava indispensabile conoscere dei termini a volte difficili per un semplice programma di calcolo e poi…arriva Bill Gates e ti regala Excel…secondo me i tempi sono maturi per qualcosa di rivoluzionario nell’ambito di un linguaggio (C) obsoleto e ostico. Grazie

    • Alfio Scaletta scrive:

      Ciao Roberto
      Voglio puntualizzare che prima di Excel c’era 123 il primo vero foglio elettronico, Excel è arrivato parecchio tempo dopo con Windows.
      Non credo BG (che comunque stimo ed ammiro per la grande capacità imprenditoriale) abbia inventato nulla, ha copiato da quelli che lo hanno preceduto, ha saputo sfruttare tutte le opportunità che gli sono state offerte.
      Ha copiato anche Windows, almeno l’idea.
      Ha il grande merito di aver semplificato sempre più l’utilizzo dei computers che prima erano solo per gli addetti ai lavori.
      Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *