Lezione 4/4: Guida introduttiva all’uso di Eagle

Utilizzo dell’autorouter

Trovate la funzione autorouter nella pulsantiera di sinistra:

eagle94

Oppure dal menù: Tools -> Autorouter…

eagle95

Apparirà la finestra seguente:

eagle96

E’ necessario specificare quante facce ha la basetta, se a singola faccia, come nel nostro caso in Preferred Directions nell’opzione Top, selezionare N/A:

eagle97

Click su OK e verrà eseguito il processo di creazione delle piste:

eagle98

eagle99

Come ben evidente dal risultato ottenuto è possibile effettuare ulteriori ottimizzazioni sulla lunghezza dei collegamenti, sull’eliminazioni di angoli a 90° e molto altro.

Per poter effettuare le modifiche agevolmente ed individuare immediatamente le parti da modificare un utile procedimento potrebbe quello di rendere temporaneamente visibile solamente le piste di collegamento e le piazzole nascondendo ogni altro elemento. Dal menù View -> Layer settings… utilizzeremo la finestra dei Display per nascondere tutto ciò che non serve per l’ottimizzazione della disposizione delle piste di collegamento:

eagle107

eagle108

Un click su None per deselezionare tutti i layer:

eagle109

Ora selezioniamo solamente Bottoms, Pads, Dimension, cioè piste, piazzole e bordo circuito:

eagle113

La selezione o la deselezione dei singoli layer avviene facendo click sul numero a fianco del layer. Click su Apply per rendere attive le modifiche ed click su OK per chiudere la finestra Display, il risultato sarà:

eagle114

Per ridisegnare porzioni di circuito dovrete operare con le funzioni: Ripup, Route, Optimize, Split, Miter:

eagle115

eagle116

eagle117

Per rifare una pista di collegamento utilizzate Ripup, selezionate ripetutamente tutti i collegamento da rifare:

eagle118

E con Route, rifate il collegamento:

eagle119

I collegamenti possono essere eseguiti usando diversi stili: collegamenti con angoli a 90°, 45°, curvi ecc…

eagle120

Poiché lo scopo di queste brevi lezioni è quello di illustrare le funzionalità principali, si lascia al lettore l’ottimizzazione del circuito sperimentando le funzionalità di ottimizzazione manuale del circuito.

Se lo sbroglito non soddisfa le vostre esigenze, oppure qualche collegamento non è stato realizzato procedete nuovamente a mano a riposizionare i componente ed eseguire un autorouter.

Per cancellare le piste realizzate e procedere nuovamente ad un autorouter dovete:

raggruppare tutti i componenti con la funzione Group:

eagle100

utilizzare la funzione Ripup:

eagle101

procedere facendo click su Go:

eagle102

Apparirà una finestra in cui viene richiesto di confermare o interrompere l’azione, fate click su Yes, le piste verranno cancellate e appariranno solamente i collegamenti.

Impostazioni dell’autorouter

E’ possibile configurare molte azioni eseguite dall’autorouter, tra cui la dimensione e la distanza tra le piste, tra i componenti e molto altro.

Per configurare l’autorouter aprire la finestra DRC (Default Design Rules) che trovate tra le funzionalità del menù a sinistra in basso:

eagle104

Al click aprirà la seguente finestra:

eagle105

Posizionatevi su Clearance in essa potremo variare la distanza tra le piste, distanza tra piste e piazzole e distanza tra piazzole:

eagle106

L’unità di misura che vedete indicata è il pollice e mil indica il millesimo di pollice, quindi sapendo che 1 pollice equivale a 2,54 cm:

1 in = 25,4 mm

1mil = 0,001 in

allora 0,001 = 25,4 mm / 1000 = 0,0254 mm

quindi:

0,001 in = 0,0254 mm

da cui:

8 mil = 0,008 in = 0,008 x 0,0254 = 0,2032 mm

Stampa del PCB

Prima di procedere con la stampa del circuito (il master) per la realizzazione del PCB, è indispensabile nascondere i layer presenti nel disegno così come abbiamo fatto in precedenza per l’ottimizzazione manuale del PCB:

eagle121

Deselezionare tutti i layer facendo click su None e successivamente selezionare i layer 16, 17, 18, 19, 20:

eagle122

Procediamo con la stampa dal menù File -> Print:

eagle124

Nel finestra Print disponete di diverse impostazione, tra cui quelle più importanti quelle allocate nella sezione Options, dove potete forzare la stampa in nero (Black), effettuare il Mirror, operazione indispensabile se bisogna procedere con la fotoincisione.

eagle125

Articoli simili:

Questa voce è stata pubblicata in elettronica, i miei allievi e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Lezione 4/4: Guida introduttiva all’uso di Eagle

  1. idalmino rocca scrive:

    per la mia categoria troovo interessante le varie lezioni di elettronica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *